Accesso utente

Nuovi utenti

  • noreenescobar4994099
  • tristarocher427...
  • wleverona569463
  • lakeishapeel528
  • andrewfl16

Twitter

Seguiteci anche su Twitter!

Paper Blog

Wikio

Wikio - Top dei blog - Letteratura

Banner

 

 

Home | Archivio mensile ed annuale

febbraio 2015

Una serie da comprare o da ricordare : Dream Man di Kristen Ashley

La serie Dream Man di Kristen Asley racconta le storie di Cabe, Brock, Mitch e Tack.
Definire alpha questi uomini è riduttivo perché sono una esplosione di testosterone all’ennesima potenza, muscolosi, tatuati, bellissimi, ribelli e refrattari alle regole, dispotici e duri.
Ma anche dolcissimi e innamoratissimi delle donne a cui hanno donato il loro cuore.
Ecco di seguito le trame dei quattro libri che compongono questa serie, portata in Italia dalla Newton Compton.

1. Non dirmi di No ( Mystery Man)
2. Wild Man
3. Law Man
4. Motorcycle Man

La serie Dream Man precede l’altra serie dedicata al Chaos Motorcycle Club ( di cui Tack è il proprietario) e che ci ripropone in vari camei tutti i personaggi che leggeremo in Dream Man.
Sperando che la Newwton Compton acquisti anche questa…

NON DIRMI DI NO ( Mystery man)

Mentre sta bevendo un Cosmopolitan, Gwendolyn Kidd incontra l’uomo dei suoi sogni. Trascorrono la notte insieme, ma quando lei si sveglia, l’indomani mattina, si ritrova da sola. Da quel momento tra i due ha inizio una strana relazione, fatta solo di incontri notturni sensuali e appassionati. Gwen vorrebbe sapere di più su quell’uomo sexy e misterioso, ma non osa indagare per paura che tutto finisca. Ma quando all’improvviso Gwen si ritrova coinvolta in una losca trama di inseguimenti e rapimenti, l’uomo del mistero decide di rivelare la sua identità e di correre in suo aiuto…

 

WILD MAN

Mentre Tessa O’Hara sta sistemando la vetrina della sua pasticceria, il campanello sulla porta suona annunciando che è entrato un cliente.  Alzare gli occhi e rimanere fulminata dall’uomo che entra è questione di attimi per lei, così come in pochi secondi gli serve una birra e gli dice si.
Ma dopo quattro mesi d’amore e di intensa passione, Tessa scopre che l’uomo per cui ha perso letteralmente la testa è un agente della DEA sotto copertura e le sta addosso solo perché pensa che lei possa essere coinvolta negli affari illeciti del suo ex marito.
Tessa tronca la relazione ma Lucas Brock non è per niente d’accordo.
Lui ha una missione impegnativa da compiere e il suo lavoro difficile e sporco lo ha portato a vivere per anni nel mondo nascosto di Denver e con la feccia della società.
Ma trascorrere quattro mesi con Tess, dolce e zuccherosa come i cupcakes che prepara, è una ventata di aria fresca e pulita a cui non vuole certo rinunciare.
E poi quella donna gli infiamma i sensi e il cuore e gli fa provare dei sentimenti che credeva di non sentire mai più.
Riuscirà Brock a uscire dal buio in cui ha lavorato e vissuto per tanto tempo lasciando perdere il suo lato selvaggio e indomito per rimanere accanto e proteggere la donna che ama?

LAW MAN

La dolce e timida Mara Hannover è innamorata da quattro anni del suo vicino di casa. Lo guarda da lontano e sogna quell’uomo bellissimo che sembra non accorgersi di lei e che ritiene fuori dalla sua portata.
Perché Mara arriva dai bassifondi di Denver, non ha rapporti con la sua sgangherata famiglia, ad eccezione di suo cugino Bill, ormai da parecchi anni e non è mai tornata indietro, ma la vita e l’ambiente in cui è cresciuta le hanno presentato il conto con la bassa autostima che ha di sé stessa e con il non sentirsi “buona” per nessuno.
 Mitch Lawson è un detective della polizia e al contrario di ciò che Mara pensa, l’ha notata eccome quel bocconcino di vicina ma non sa ancora come abbordarla senza spaventarla. Perché non ha assolutamente in testa un rapporto amichevole e platonico di buon vicinato, ma qualcosa di molto più caldo e passionale.
Un rubinetto che perde e l’offerta di aiuto di Mitch… e il gioco è fatto. E la passione scoppia intensa e più forte che mai come il loro rapporto che il bel detective ha tutte le intenzioni di portare avanti a dispetto delle insicurezze della ragazza.
Quando il cugino di Mara si mette nei guai e lei diventa tutrice dei suoi figli e Mitch è sempre lì pronto ad aiutarla, a convincerla che lei è perfetta per lui e che deve lasciar perdere il suo passato per costruire il futuro.

MOTORCYCLE MAN
Bloccata in un mondo incolore, Tyra Masters decide di lasciare la sua vecchia vita alla ricerca di qualcosa che la faccia sentire veramente viva e non lo scopre fino a quando non incontra l’uomo dei suoi sogni.
Con un pizzetto, tatuaggi e muscoli in evidenza , il motociclista che le rapisce il cuore le offre la tequila e il miglior sesso del mondo e sicuramente della sua opaca esistenza. Lui è il tipo di uomo che lei ha sempre desiderato … ma è anche il suo nuovo capo.
E quando Kane “Tack” scopre che la bella rossa che si è portato a letto è una sua dipendente applica senza troppi rimpianti la sua regola : niente sesso con chi lavora per lui.
Ma Tyra ha maledettamente bisogno di questo lavoro e non ha nessuna intenzione di cedere un’altra volta a quel maschio che le ha regalato una notte di sesso bollente rubandole il cuore.
Non vuole sesso il signor Tack? E sesso non avrà, giura Tyra.
Peccato che Tack sia il primo a tentare in tutti i modo ad infrangere la regola perché quel peperino di donna gli ha incendiato il corpo e l’anima.
Lui non è il classico principe azzurro. E’ pieno di tatuaggi, guida una Harley, è il capo di una banda di motociclisti, ha una ex moglie insopportabile e due figli adolescenti.
Tyra lo sa ma ha deciso da tempo di non accontentarsi di niente di meno di quello che ha sempre sognato in un uomo. E Tack, pur col suo pesante bagaglio al seguito, è il suo affascinante dream man.

 

Uscite Febbraio 2015 Leggereditore e Emma Books

FORSE UN GIORNO di Colleen Hoover-Leggereditore

Sydney Blake, un’aspirante musicista di vent’anni, ha una vita invidiabile: frequenta il college, ha un buon lavoro, è innamorata del suo meraviglioso ragazzo Hunter e convive con la sua migliore amica Tori. Ma tutto cambia quando scopre che Hunter la tradisce con Tori. Ora Sydney deve decidere che ne sarà della sua vita. È attratta da Ridge Lawson, il suo misterioso vicino. Non può staccargli gli occhi di dosso e non può fare a meno di starsene ad ascoltarlo mentre suona la chitarra sul balcone della sua stanza. La sua musica le dà armonia e vibrazioni. E anche Ridge non può far finta di ignorare che c’è qualcosa in Sydney: a quanto pare, ha trovato la sua musa. Quando, finalmente, si incontrano, scoprono di avere bisogno l’uno dell’altra...

Dall’autrice bestseller del New York Times Colleen Hoover, un’appassionata storia di amicizia, tradimento e romanticismo, sulle note di una musica che ispira una giovane donna e la aiuta a raccogliere i pezzi della propria vita.

“Colleen Hoover è una delle voci più vive della narrativa New Adult. Maybe Someday vi sorprenderà con le sue emozioni, i suoi personaggi indimenticabili e la sua giusta dose di sensualità.” Kirkus Review

“Un’altra storia magica, perfetta, che toccherà le corde del vostro cuore e non vi permetterà di lasciarla fino alla fine. Maybe Someday è più di un libro: è un’esperienza di lettura indimenticabile.” The Book Bellas

“Maybe Someday è destinato a diventare un classico del genere.” Addicted 2 Heroines

 

Colleen Hoover è un’affermata scrittrice di romanzi di genere new adult, con cui è stata in vetta alle classifiche del New York Times. Vive in Texas con suo marito e tre figli. Con oltre 5.000 recensioni su Amazon, Le coincidenze dell’amore è stato nella top ten degli ebook per più di un mese.

 

 

GIOCO SENZA REGOLE di Jaci Burton-Leggereditore

Quasi tutti giocano secondo le regole. Ma Gavin e Liz non sono come gli altri...

Vincere a ogni costo. Questo è sempre stato il mantra dell’agente sportivo Liz Darnell. Ora ha tirato le cose troppo per le lunghe e rischia di perdere il cliente più importante: il giocatore professionista di baseball Gavin Riley. Liz sa che avrà bisogno di alcuni inning extra per riconquistarlo e che potrebbe non essere facile, perché ha una cotta per lui da quando l’ha visto per la prima volta. Eppure l’attrazione sembra reciproca.Gavin infatti è sul punto di cedere... soprattutto quando Liz si offre come parte dell’accordo. Ma per rendere più eccitante la sfida, decide di lanciarle una palla curva per vedere cosa è disposta a fare pur di tenerlo come cliente.E quando l’amore all’improvviso entra in campo, né Liz né Gavin sono pronti per lo schema di gioco più importante e coinvolgente.

“Trama forte, personaggi complessi, atleti sexy e una passione senza fine ne fanno un libro da leggere assolutamente.” Fresh Fiction

“Un successone! Jaci Burton scrive romance appassionati come nessun altro! Gioco senza regole è un romanzo straordinario.” Joyfully Reviewed

“Le storie di Jaci Burton sono piene di cuore e sensualità.” Maya Banks

“Sotto il romanticismo, il sesso, la tensione e il baseball ci sono due personaggi che hanno passato la loro vita a dimostrare di essere forti e indipendenti, ma finalmente si rendono conto che i vecchi errori possono essere superati, che tendere la mano non è una debolezza, ed essere onesti e aperti può portare a cose belle come l’amore.” Heart to Heart: the B&N Romance Blog

Jaci Burton vive in Oklahoma con il marito e la figliastra ed è madre di due figli ormai grandi e di due semi ben educati cagnolini. Quando non sta scrivendo le sue storie ricche di passione, amore e con immancabile lieto fine, passa il suo tempo leggendo, curando il giardino o sudando in palestra.

 

 

 

VERSO SUD di Emilia Marasco-Emma Books

Nora e Caterina, madre e figlia, per tutta la vita hanno avuto una relazione difficile nutrita di silenzi e di gesti mancati. Quando Nora muore, tra gli oggetti appartenuti alla madre Caterina trova i frammenti di una storia che non conosceva. Inizia così un viaggio a ritroso nel tempo, verso sud, da Genova alla Puglia. A spingere Caterina a partire, solo piccoli indizi: un abito da sposa di seta da paracadute, un camicino da neonato, poche lettere, qualche fotografia.
“L’estate del ’43. In autobus Caterina pensa a Nora ventenne, nelle foto, che guarda il fidanzato americano. Chissà cosa facevano quando s’incontravano, stavano in famiglia, passeggiavano sulla piazza sotto gli occhi di nonna Rita, chissà se andavano al mare. Il paese è in campagna ma il mare è vicino. Nora amava il sole, amava nuotare, chissà se andava in spiaggia con quei costumi castigatissimi dell’epoca. Finché, un giorno, lui parte per una missione, a bombardare qualche città in Germania, e non torna più. Nora rimane col suo abito da sposa di seta del paracadute. Perché il paese parlò? Uno scandalo? Un segreto? Vorrebbe poter tornare nella casa di Nora, la casa dove lei è cresciuta, sedersi in un angolo e ricostruire le conversazioni, le liti, cercare di rivedere Nora entrare e uscire, muoversi da una stanza all’altra, rivedere nonna Rita, rivedere suo padre.”

Caterina non sarà sola nel suo viaggio verso sud. Accanto a lei, Paola. E avvicinandosi alla storia di sua madre, Caterina si avvicinerà anche a una parte sconosciuta di sé.

Emilia Marasco, docente di storia dell'arte contemporanea e di Scrittura creativa all'Accademia Ligustica di belle Arti, ha fondato e dirige il laboratorio di Scrittura creativa Officina letteraria a Genova. Tra i suoi libri, La memoria impossibile (Tea), Famiglia: femminile plurale (Mondadori), La distanza necessaria (Il Canneto). Ha scritto il testo per lo spettacolo teatrale Madri clandestine, rappresentato al Teatro Stabile di Genova.

Book Arena: Cinquanta sfumature di grigio

Prima di farvi conoscere il nostro parere sul tanto atteso film tratto dalla trilogia di Cinquanta Sfumature, vi rirproponiamo i nostri differenti punti di vista su Cinquanta sfumatura di grigio. E voi, da che parte state?

 

Le insospettabili variazioni di Fifty Shades of Grey by Maet

In principio fu Twilight.
Una favola per adolescenti, partita in sordina, che come un virus globale esplose inarrestabile nei cinque continenti, travolgendo tutto e tutti e generando nuovi filoni, rivitalizzando generi da tempo in stato comatoso, producendo imitazioni a ritmo sostenuto e continuo, e un’alta marea di fan fiction. Snobbato e anche dileggiato da molti, Twilight si è rivelato un fenomeno trasversale e incontenibile, che ha colpito in profondità l’immaginario collettivo, senza limiti di età, dimostrandosi capace di parlare tanto ai ragazzi quanto agli adulti, alle donne in particolare. Proprio queste ultime, oltre a essere fruitrici del romanzo e delle sue varie e multiple derivazioni, ne sono divenute artefici alternative, creando migliaia di fan fiction come un fiume in piena. A partire dalla trama e dai personaggi di Stephenie Meyer, si sono spinte in ogni dove e nessuna situazione è rimasta inesplorata, per quanto estrema, in un gioco di specchi ed incastri dagli effetti  a cascata.

In mezzo a una offerta così ricca, qualche anno fa si è fatta pian piano strada una fan fiction che ha conquistato un seguito sempre più importante: Master of the Universe. L’autrice si firmava Snowqueens Icedragon e dopo un primo periodo su Fanfiction.net, aprì un proprio sito dove pubblicava col contagocce stralci della sua opera. All’inizio eravamo un discreto numero di aficionados che, simili a carbonari, si incontravano sul sito, discutendo di quanto avevamo appena letto e, su richiesta dell’autrice, esprimevamo  le nostre franche opinioni sui capitoli. Era divertente e coinvolgente, non solo per il tipo di aperto confronto, ma anche perché Snowqueen chiedeva chiaramente cosa ci fosse piaciuto e cosa no e perché.  E noi non ci facevamo pregare, nossignore, volevamo quell’Edward, col viso bello e pulito di Robert Pattinson, sempre più maledetto, sempre più perverso, sempre più dominatore e Bella sempre meno ingnua  e sempre più vittima/carnefice consenziente. Anelavamo sentire la pressione fisica e psicologica di Edward sottomettere Bella al punto che sarebbe stata lei pretendere da lui di essere dominata, ancor più fieramente. Della insistita castità di Twilight qui non c’era più traccia, un erotismo spinto e cerebrale la faceva da padrone. 

Alla fine lo spirito iniziale di interazione si perse, in diretta proporzione coll’aumentare vertiginoso degli utenti e dei fan, ora anche sulla pagina FB. Un successo inarrestabile, tanto che un bel giorno Master of the Universe scomparve, per risorgere poco dopo con un altro nome: Fifty Shades of Grey. Non  era più una fan fiction e di lì a breve sarebbe stata pubblicato in formato digitale. Adesso ha monopolizzato il mercato anglofono, scalando in breve ogni classifica e presentandosi con tutte le caratteristiche di una piccola mania collettiva femminile. Succederà anche da noi? Probabilmente. Non perché siamo di fronte a una grande autrice o a un capolavoro della letteratura, se cercate una scrittura raffinata non la troverete, ma perché se proverete il romanzo rimarrete avvolti da una sottile ma resistente ragnatela che non vi permetterà di fuggire. Come Bella, ribattezzata Anastasia, diventerete dipendenti dalla vostra dose quotidiana di Edward/Christian e di Fifty Shades, per quanto crude e talvolta razionalmente riprovevoli saranno le situazioni che leggerete, non riuscirete a staccarvi. Anzi, ne vorrete ancor di più.

Sarebbe banale dire che questa è la versione porno di Twilight, se è vero che una parte della sua attrattiva risiede nella sua potente componente erotica, va dato merito a E.L. James di aver costruito una storia che sa toccare nel profondo il desiderio e le fantasie femminili. Nella vita reale una donna sana di mente starebbe il più lontano possibile da un uomo manipolatore e psicologicamente vessatore come Christian, che se si concede almeno parzialmente a livello sessuale, si nega da quello emotivo. Eppure, nella fantasia, come Anastasia, anche noi vogliamo vedere se riusciamo a piegare un maschio simile, rendendoci disponibili  a una sottomissione occasionalmente estrema ma appagante, perché la resa incondizionata porta con sé la remissione di ogni responsabilità e dunque una sorta di libertà eccitante. Da assaporare, senza sensi di colpa e senza vergogna sul proprio e-reader, abbandonandosi a un amore inspiegabile e tuttavia palpitante per il bel Christian. Questa estate, quando è prevista l’uscita della traduzione italiana per Mondadori, di sicuro ne riparleremo poiché, senza accorgersene, molte di voi si ritroveranno infatuate come ragazzine di un personaggio fittizio sul quale sognerete e sognerete… e non c’è cura per la Christianite!


  

 

 

Recensione by Marin

Profondamente turbata dagli oscuri segreti del giovane e inquieto imprenditore Christian Grey, Anastasia Steele ha messo fine alla loro relazione e ha deciso di iniziare un nuovo lavoro in una casa editrice. Ma l’irresistibile attrazione per Grey domina ancora ogni suo pensiero e quando lui le propone di rivedersi, lei non riesce a dire di no. Pur di non perderla, Christian è disposto a ridefinire i termini del loro accordo e a svelarle qualcosa in più di sé, rendendo così il loro rapporto ancora più profondo e coinvolgente. Quando finalmente tutto sembra andare per il meglio, i fantasmi del passato si materializzano prepotentemente e Ana si trova a dover fare i conti con due donne che hanno avuto un ruolo importante nella vita di Christian. Di nuovo, il loro rapporto è minacciato e a questo punto Ana deve affrontare la decisione più importante della sua vita, e può prenderla soltanto lei… Questo è il secondo attesissimo volume della trilogia Cinquanta sfumature, il cui successo senza precedenti è iniziato grazie al passaparola delle donne che ne hanno fatto un vero e proprio cult ponendolo al primo posto in tutte le classifiche del mondo.

Cinque giorni.

Ana riesce a stare senza le attenzioni amorose di Christian …cinque... miseri... giorni, nei quali lavora, piange e sospira per il maniaco.

Avrete capito che ho preso in mano anche il seguito di Cinquanta sfumature di grigio…l’attesissimo Cinquanta sfumature di nero. Anche questo l’ho letto a smozzichi e bocconi perché siamo sulla falsariga del primo: azione – sesso, azione – sesso e via così.

Qualche elemento nuovo c’è…dai diamo a cesare quel che è di cesare e diciamolo forte e chiaro che qualcosa di diverso c’è.

La certezza che questa signora è abbastanza confusa.

Ad Ana, dopo le cinghiate prese, basta una mail dell’ominide per dimenticare tutto, far felice la sua dea interiore e uscirci insieme per la mostra di pittura del suo amico Joe. Lui la va a prendere in Suv Audi e con l’elicottero la porta al vernissage del pittore/fotografo.

Una cosa che ho trovato più accentuata in questo secondo libro è stata l’ostentazione del lusso, le marche griffate, le auto sempre diverse e sempre costosissime, l’aereo, l’elicottero.

Poi la porta in un ristorante e la obbliga a mangiare perché la vede sciupata e le fa la nuova proposta: solo sesso vanilla e basta sesso estremo.

Lui ci tiene troppo a lei, ha capito in questi giorni senza di lei di provare un sentimento forte ed è disposto a eliminare fruste, catene …basta che lei torni assieme a lui.

 

Solo questo…da dominatore freddo e sadico si trasforma in piagnucoloso e patetico ometto. Che mi da sempre più la certezza che qualche rotella non è ben oliata.

E lei?

Ma rifiuta naturalmente mie care amiche!!!

Rifiuta perché dice che è soltanto per colpa sua se lui non si era fermato con le cinghiate, eh cavoli, si era dimentica di dire la parola di sicurezza. Che sa che il suo più grande problema è il dolore e che non le piace tanto il fatto che lui goda a vederla piangere e soffrire mentre la strapazza, ma che si impegnerà a fondo per accontentarlo.

E che no, no, è lei che non merita un uomo stupendo come lui e col tempo imparerà a fare tutte le cose che a lui invece piacciono tanto.

E si va avanti con la storia, vi risparmio anche stavolta le menate della dea interiore, del cassetto anale e quello dei vibratori, delle pinze e delle cinghie…la rotelle neurologica di Waternberg…l’ascensore!

Sono sempre più convinta che il nome vero dell’autore sia Paoletto Fantasia di anni 16.

Ogni due per tre è una scena di sesso. Considerata la frequenza dei rapporti e l’intensità, mi chiedo come faccia dopo a camminare ‘sta benedetta ragazza vista la maratona sessuale . Tra un rapporto e un altro l’autrice cerca di infilare qualche fatto che possa far dire che oltre al sesso c’è anche una storia.

.. E allora ecco una delle ex sottomesso di Christian che come una zombie gira intorno alla povera Ana e cerca di ammazzarla perché la delusione di essere lasciata dal caro Christian l’ha fatta uscire di senno. E l’incontro con la maestra di cotanto sadismo e perversità, Mrs. Robinson, la donna molto più vecchia di lui che lo ha usato come giocattolo sessuale per 12 anni (lui ne ha 27 e quindi si dovrebbe parlare di pedofilia credo), ma adesso sono amici e soci del salone di bellezza dove lui porta tutte le sottomesse per prepararle degnamente alle sue fruste…Ana inclusa. E poi c’è Jack, il nuovo capo di Ana che si ritrova con la casa editrice di cui è il direttore, comprata sempre dallo psicopatico per la gelosia visto che lui si è invaghito di Ana e ci prova. E alla fine viene mandato via dopo che ha tentato di sedurla col ricatto (leggeva le sue mail con il grande amatore). E lei, a 21 anni, fresca fresca di laurea, logicamente prende il suo posto e diventa direttore generale di questa azienda, per i suoi meriti, solo per i suoi grandi meriti.

Pazzesco. Surreale. Incoerente.

Se il primo libro della serie mi aveva indispettito, con questo sono passata alla noia e alla risata: ogni 5/6 pagine c’è una scena di sesso, ripetitiva fino alla nausea. Mi chiedo che bisogno c’era di farne una saga visto che sembrano fatti in fotocopia. Ana è sempre il solito personaggio lamentoso e petulante e senza personalità ; Christian soffre a mio parere di qualche disturbo bipolare visto che alterna momenti di prepotenza e di sopraffazione (anche se meno che nel primo libro) ad altri in cui piange e si dispera per lei, striscia ai suoi piedi dimenticandosi di essere il dominatore con frusta e manette.

Capisco che sono libri…sono opera di fantasia, ma riusciamo a capire come veniamo dipinte noi donne? Sembra che ognuna di noi aneli segretamente ad essere sottomessa, a non avere cervello perché ogni cosa la decide per noi il maschio supremo, che vogliamo ardentemente l’approvazione e “l’amore “ di questi ominidi cavernicoli che ci premiano con un regalo costosissimo se facciamo le brave e ci mena se alziamo troppo gli occhi dal piatto. Sempre e solamente per dimostraci quanto ci amano naturalmente. E con il nostro consenso.

Ma che saremmo mai noi povere ochette senza questa serie di machissimi al nostro fianco? Nulla.

Solo persone che lavorano 20 ore al giorno, che crescono i figli, che accudiscono una casa , che si rimboccano le mani e non si spaventano se rimangono da sole, che affrontano la vita e i problemi di ogni giorno con una marcia in più anche se si è stanche, anche se si ha voglia a volte di mollare.

Siamo di più, molto di più di quanto voglia farci apparire una serie di libri come questi.

Ho letto in un articolo che le vendite degli oggetti e dei giocattolini che si descrivono in questi libri sono aumentate di gran lunga in questo periodo.

Che invece dell’adolescente foruncoloso e in piena crisi ormonale dietro questi libri ci sia una multinazionale del silicone e della plastica?

Mi sa che concluderò la saga…voglio sapere cosa si inventa ancora l’autrice.

Un po’ di risate non mi fanno male in questo periodo.

Pillole di libri (gennaio)

Mentre preparavo questo post mi chiedevo come mai anche questo mese sono stati più i libri che mi hanno dato sensazioni tiepide che quelli che invece mi sono piaciuti.
Sono incontentabile e criticona, lo ammetto per prima, ma trovo irritante e sconfortante che le case editrici puntino più sulla quantità che sulla qualità sfornando mese dopo mese titoli e trame fotocopia, lancino nuove autrici con promo invoglianti che si sgretolano però dopo qualche pagina di lettura, proprio come perle di una collana.
Mi sto già dimenticando però che questa non è la lavagna ...
Iniziamo con le pilloline.

Se siete ancora sotto l’ala protettrice di San Valentino, non potete lasciarvi sfuggire Felicità perduta di Georgia Cates, Sognando te di Jennifer Probst e Oltre le regole di Jay Crownover.
Amore, amore e ancora amore senza padroni, palette e frustini e con difficoltà e problematiche che accompagnano la storia senza però essere  mai troppo opprimenti e negative.
 Perché  a nessuno piace leggerle in un romanzo d'amore, diciamocelo con franchezza e sincerità…per ra quello basta aprire un giornale o guardare la tv, scoprendo che a volte la realtà è peggiore della fantasia.

Felicità perduta di Georgia Cates è il terzo e ultimo (se l’autrice non vorrà raccontarci a che numero di figli arriveranno i nostri eroi) capitolo della storia tra Laurelyn e Jack.
Onestamente se ne poteva anche fare a meno, ma a me è piaciuto leggere una trama tranquilla, senza troppi scossoni, con una buona dose di sensualità mai eccessiva e mai volgare, una spruzzata di suspense e pure qualche controsenso.
Avevamo lasciato Laurelyn e Jack pronti ad iniziare la loro vita matrimoniale, ma le cose non vogliono proprio indirizzarsi verso il classico “ e vissero felici e contenti”.
Il  passato di Jack e la sua ex voglia di collezionare ragazze come figurine  prima di fermarsi con Laurelyn, daranno ancora alla nuova coppia un pochino di problemi ed proprio in queste situazioni che certi passaggi ne escono leggermente noiosi e scontati.
Ma la dolce e bella conclusione della storia, a mio parere, ripaga anche queste stonature e della copertina veramente orrenda.

Sognando te di Jennifer Probst è un’altra storia d’amore che ci fa chiudere il libro con un sorriso ebete sul viso, anche se sinceramente ho preferito il primo di questa serie.
Ned è un ingegnere aerospaziale che arrivato alla  soglia dei trent’anni decide che è arrivato per lui il momento di trovare una moglie e formarsi una famiglia.
Dopo i primi disastrosi incontri, Ned capisce che deve cambiare dentro e fuori e chi meglio di Kennedy Ashe e della sua agenzia matrimoniale Kinnections può riuscire a trasformarlo da brutto anatroccolo nerd a principe azzurro stellare?
Ma lavora lavora e i due scoprono che l’anima gemella che cercano è più vicina di quanto pensino.
Kennedy però non crede in un rapporto a lungo termine e, quando le viene il pensiero che forse potrebbe provarci veramente con lui, si vendica sul povero Ned  con varie forme di tortura tipo ceretta, spa, cambiamento di nome e via dicendo.
Ci riuscirà alla fine il nostro scienziato missilistico a fare breccia nel cuore della bella Kennedy?
Si, anche se avrebbe fatto meno fatica a costruirsi da solo un razzo e mandarlo in orbita intorno alla Luna.
E non sottovalutiamo mai le doti nascoste di un nerd !!! Se lavorano su mezzi così potenti e spinti ...ci sarà pure un motivo, no?!

Altro amore dolce e tenero lo troviamo in Oltre le regole di Jay Crownover.
La storia di Rule e Shaw è la storia di due persone che imparano insieme a superare i demoni che ognuno di loro porta dentro il cuore e a vivere la vita che vogliono veramente e non quella che viene imposta dalla famiglia e dalla cosiddetta buona società.
Rule è il classico cattivo ragazzo, ribelle, bello e dannato, strafottente e provocatore, pieno di tatuaggi che scandalizzano e gli danno una nomea da mezzo delinquente.
Shaw è  la figlia che ogni genitore vorrebbe avere: bella, dolce, gentile, studiosa e tanto tanto innamorata di quel ragazzo che conosce fin da piccola e che non potrà mai avere.
Ognuno ha delle ferite aperte che lo costringe a rifugiarsi dietro a dei comportamenti che non gli appartengono realmente. Rule ha bisogno di più normalità di quello che può far credere, mentre Shaw cerca quel lato pazzo e ribelle che le è stato negato sempre dalla sua ricca famiglia.  E tutti e due hanno un disperato bisogno di amare e di essere amati per quello che sono e non per quello che sembrano.
Ho iniziato con molta diffidenza questo libro perché pensavo di trovarmi davanti alla solita scontata e banale  trama trita e ritrita.
Può darsi che sia anche così, ma a me piaciuta molto e spero piaccia anche a voi se vorrete leggerla fidandovi del mio giudizio.

Altri due libri che ho letto con piacere  e che inserisco nelle pillole  sono Ghiaccio  salato di S.M. May e A letto con il nemico di Angela D’Angelo.
Ghiaccio salato è il terzo libro della serie Lara Haralds e anche se non amate il genere M/M, questa è una serie che vi consiglio ancora una volta.
La scrittura dell’autrice migliora e matura ad ogni libro e in questo ultimo breve romanzo che ci riporta nella storia di Terence e Sebastian  che avevamo conosciuto in Neve fresca, riesce a trasportarci senza troppa fatica nell’atmosfera e nel paesaggio imbiancato della foresta canadese così come nell’animo arido e freddo di un genitore che non accetta la sessualità di un figlio.
 

Vorrei consigliarvi anche due pubblicazioni che non hanno nulla a che fare col romance, ma che meritano di essere lette perché raccontano una storia che non possiamo e non dobbiamo mai dimenticare.
Purtroppo non sono facilmente reperibili, ma se avete l’occasione di trovarli non lasciateli sullo scaffale

 

La Staffetta di Enzo Zatta racconta la vicenda straordinaria di una "ragazza qualunque", prima di undici fratelli che durante la guerra decide di aiutare gli sfollati, gli antifascisti e i partigiani. Un lavoro anonimo di staffetta porta Delfina a soli 16 anni ai violenti interrogatori delle SS e poi alla deportazione. Da Saonara a Mauthausen e poi a Linz, fino ai giorni dei bombardamenti alleati e della liberazione ci viene raccontato con molte emozioni ma senza enfasi e senza retorica, un dramma epico e orrendo affrontato con sereno coraggio e anche con orgoglio: l'orgoglio di una ragazza di campagna che ha saputo tener testa al grande Reich.
 

 

Non si poteva dire di no di Delfina Borgato con la collaborazione di Manuela Tommasi è invece la  raccolta dei diari e delle lettere della prigionia di Maria Borgato ( zia di Delfina) nel campo di concentramento di Mauthausen.
 

Qualcosa di fantasy - proposte di febbraio

 

 

 

 

Febbraietto corto e maledetto si dice, ma non per le uscite fantasy, che anche questo mese sembrano promettere bene. Certo, noi appassionati ne vorremmo di più, ma siccome si può sempre peggiorare, vedrò di non lamentarmi troppo.

Apriamo la rubrica di questo mese con un'uscita molto attesa, parte di una delle saghe fantasy più belle e suggestive che siano mai stare scritte. La Nord infatti propone La Torre della Rondine, sesto volume della saga dedicata allo "strigo" Geralt di Rivia, tradotta e applaudita in tutto il mondo e da cui è stato tratto un videogame famosissimo, The Witcher. Manco a dirlo, in Italia è arrivato prima il videogame dei libri. Nonostante siano stati d'ispirazione per il glorioso-ma-a-noi-non-importa videogioco, i romanzi di questa saga sono uno degli esempi più alti di letteratura fantastica, in cui l'autore, il polacco Andrzej Sapkovski, ha saputo coniugare una scrittura fluida e coinvolgente, un realismo crudo e disincantato ammorbidito da un'ironia sottile ma dissacrante, con un'ottima introspezione psicologica dei personaggi e un retrogusto dolceamaro davvero unico. Poesia e avventura fanno di questa saga un'opera unica nel suo genere, che ha incantato milioni di lettori nel mondo.

Sapkovski popola le sue storie sia di creature tipiche del fantasy classico (quello tolkieniano, per intenderci), con maghi, nani, elfi, troll, draghi, ecc., a cui si aggiungono esseri tratti dalle fiabe e dal folklore tipici dell'Europa dell'Est, creando un mondo eterogeneo e coerente, dove i cattivi non sempre sono i mostri, e il nostro eroe, Geralt, che di lavoro deve uccidere proprio i mostri, si trova più spesso a doverli difendere dall'ignoranza e dall'avidità delle persone. Geralt è uno strigo, un guerriero formato sin da bambino al combattimento e alle arti magiche. I suoi capelli, per via delle pozioni a cui è stato sottoposto durante l'infanzia, sono diventati bianchi come la neve e gira il mondo come fuori casta, in compagnia di un menestrello e di altri compagni d'avventura splendidamente tratteggiati. Ha cuore e cervello, oltre che capacità di empatia verso il prossimo, e il suo aspetto un po' sinistro piace alle donne, sebbene la gente eviti il più possibile quelli come lui. Il suo grande amore è la maga dagli occhi viola Yennefer, una tosta, con cui ha una relazione tormentata e dal destino sempre incerto.

Sapkosvki è un grande scrittore che ha saputo liberarsi da qualsiasi tentazione maschilista (bellissimi i suoi personaggi femminili, da Yennefer alla figlioccia Ciri, alla maga Triss Merigold, e molti, molti altri), e non è poco, visto il sessismo di quasi tutta la letteratura fantasy, anche di alta qualità. Ha saputo creare personaggi forti ma anche umani e sensibili, un po' anarchici e anticonformisti. Si sorride e ci si commuove, mentre ci si ritrova ammaliati dalla sua narrazione scorrevole eppure raffinata. Se non lo avete mai letto, fatelo, non ve ne pentirete. I primi due libri della serie, Il Guardiano degli Innocenti e La Spada del Destino, sono costituiti racconti collegati tra loro, che introducono alcuni punti fondamentali che lo scrittore poi sviluppa a partire dal terzo libro, Il Sangue degli Elfi, un romanzo a tutti gli effetti. Se come me non amate i racconti, non lasciatevi scoraggiare, perché sono stupendi, e introducono a una saga che dal terzo in poi si lancia in una cavalcata appassionante. Un particolare non da poco: Sapkovski ha imposto come condizione per la traduzione dei suoi libri che venissero tradotti dal polacco e non da altre lingue, e così naturalmente ha fatto la Nord.

Se vi ho convinto a cominciare questa saga, aggiudicatevi Il Guardiano degli Innocenti.

Se invece già la conoscete, eccovi la simossi della Torre della Rondine: Nella notte dell'Equinozio d'autunno, una tempesta infernale si abbatte su Ellander. All'improvviso, alcune nuvole nere assumono la forma di guerrieri a cavallo e sorvolano con gran strepito il tempio della dea Melitele. La maga Triss Merigold non ha dubbi: è la Caccia Selvaggia narrata dalle leggende, portatrice di morte e di sventura. Qualcuno a lei molto caro è caduto vittima di un sortilegio o di un'imboscata. Non c'è un attimo da perdere: deve avvisare Geralt di Rivia... Tre giorni dopo, durante una battuta di caccia nelle paludi, Vysogota di Corvo trova una fanciulla priva di sensi e gravemente ferita. Senza esitare, il vecchio eremita la porta in casa e le presta le prime cure. Tra i deliri indotti dalla febbre, la ragazza rivela di essere sfuggita per miracolo a un manipolo di soldati di Nilfgaard, gli stessi uomini che ancora le stanno dando la caccia per ucciderla. E allora l'eremita capisce: lei è la principessa Ciri, l'ultima erede al trono di Cintra, colei che, secondo la profezia, causerà il crollo dell'impero e riporterà la pace tra i popoli della terra. La giovane ha bisogno di protezione. E c'è solo una persona che possa aiutarla a compiere il suo destino: Geralt di Rivia...

Nord - in libreria dal 12 febbraio e in ebook dal 19 febbraio 

E ora veniamo a un'altra scrittrice molto apprezzata anche in Italia, la brava Jeaniene Frost, di cui la Harlequin pubblica Il mondo di cenere (The Beautiful Ashes), primo libro  - e finora unico - della nuova serie NA "Broken Destiny". Dal momento la sua serie precedente sulle avventure di Cat&Bone, e lo spin-off Vlad hanno un destino incerto (non si sa ancora se Fanucci ne continuerà la pubblicazione), cerchiamo di consolarci con questa.

La sinossi: In un mondo di ombre, tutto è possibile, tranne sfuggire al proprio destino. Fin da quando era bambina, Ivy è stata preda di visioni di strani mondi. Quando, però, sua sorella Jasmine scompare, Ivy scopre che la verità è ancora più terribile: le sue allucinazioni sono reali e sua sorella è intrappolata in un reame parallelo. L'unica persona che è disposta a crederle è un ragazzo pericolosamente attraente, che per un antico retaggio sarà obbligato a tradirla. Anche se Adrian ha voltato le spalle a chi lo ha cresciuto, non significa che possa cambiare il proprio destino, indipendentemente da quanto si senta spinto verso Ivy. Insieme cercano l'antica reliquia che può salvare Jasmine, ma lui sa qualcosa che lei ignora: ogni passo porta Ivy più vicina alla verità che la riguarda, e a una guerra che può distruggere il mondo. Prima o poi Ivy e Adrian si troveranno su versanti opposti. E in mezzo sarà rimasta solo cenere.

Harlequin - in libreria dal 24 febbraio

 

 

Le Newton Compton questo mese propone tre romanzi. Cominciamo con Il mio splendido migliore amico (Splintered), della scrittrice A.G. Howard, primo volume della serie "Splintered", che dovrebbe essere uno YA adatto anche a un pubblico più adulto. Il libro ha ricevuto molte recensioni positive, sia per i personaggi che per l'ambientazione, ed è ispirato al classico di Lewis Carroll Alice nel paese delle meraviglie, di cui però esplora il lato più oscuro. C'è un triangolo amoroso, due protagonisti maschili intriganti, un'eroina che può sentir parlare le piante e gli insetti e un mondo fantastico e pericoloso...

Sinossi: Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un'incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l'abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere e per salvare sua madre da un crudele destino che non merita, Alyssa dovrà rimediare ai guai provocati da Alice e superare una serie di prove: prosciugare un oceano di lacrime, risvegliare i partecipanti a un tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell'ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?

 

Newton Compton - in libreria e in ebook dal 19 febbraio

 

E poi abbiamo La Maledizione della Torre Nera (A Thief in the Night), seguito di La Profezia della Torre Nera (Den of Thieves), dell'americano David Chandler, che in realtà è il famoso scrittore David Wellington, conosciuto per il suoi bellissimi libri horror, soprattutto su zombie e lupi mannari. Con questa trilogia, "Ancient Blades", ha voluto darsi al dark fantasy, ma secondo me è più portato per l'horror, in cui è davvero un maestro. Il primo romanzo l'ho trovato gradevole ma un po' troppo superficiale nella psicologia di alcuni personaggi, nonostante si inserisca a pieno titolo nel nuovo genere fantasy fatto di eroi né buoni né cattivi, impegnati a sopravvivere in un mondo bastardo. Fa comunque piacere che la serie continui, visto che in Italia non è mai scontato...

La sinossi: Se i demoni sussurrano, avrai il coraggio di ascoltare? Malden era solo un ladruncolo dei bassifondi del regno, ma dopo aver salvato la vita al signore di Ness è un ragazzo felice e rispettato, e possiede una delle sette antichissime spade capaci di sconfiggere i demoni. Ora è chiamato a una nuova missione: scortare il suo signore, Croy, nelle buie lande del regno per scovare e sconfiggere una terribile creatura della notte che infesta i suoi possedimenti. Malden non ama stuzzicare l'ira degli spiriti maligni, ma anche stavolta non ha scelta: dovrà piegarsi al volere del suo protettore. Il viaggio si annuncia denso di pericoli e avventure: la bellissima maga Cythera, promessa sposa di Croy, gli ha confessato che in realtà è innamorata di lui, e qualcuno favoleggia di un ricco tesoro nascosto nell'oscura tana dei demoni...

Newton Compton - in libreria e in ebook dal 19 febbraio

Il terzo libro proposto dalla Newton è Sogni Pericolosi (Insomnia), primo volume della trilogia definita dalla stessa autrice Yound Adult Supernatural Psychological Thriller "NightWalkers", di J.R. Johansson, che ha come protagonista un "camminatore di sogni", che però, almeno nel primo libro, non è consapevole di appartenere a questo gruppo di persone dotate dell'inquietante capacità di insinuarsi nei sogni altrui... Nei seguiti i personaggi aumentano e il mondo paranormale in ci si muove il giovane protagonista si complica. Positive gran parte delle recensioni estere, per una serie che mi sembra molto intrigante.

Sinossi: E se i tuoi sogni fossero quelli di qualcun altro? Parker Chipp ha paura dei suoi sogni. È un ragazzo come tutti gli altri, ma ultimamente gli sta accadendo qualcosa di molto strano: appena si addormenta, entra nei sogni dell'ultima persona di cui ha incrociato lo sguardo. E quasi sempre si tratta di incubi, terribili segreti, paure e angosce che ogni notte lo tormentano e gli impediscono di riposare. Poi Parker incontra Mia. I suoi sogni sono sereni, limpidi, tranquillizzanti. Finalmente Parker può trovare pace dopo tante notti inquiete. Talmente dolce è questa nuova sensazione, che il ragazzo non può più stare senza Mia. La cerca ogni sera prima di addormentarsi, percorrendo anche lunghe distanze pur di incrociare il suo sguardo. E a scuola tutti pensano che sia impazzito, persino il suo migliore amico. Fino a quando, un giorno, Mia racconta di essere minacciata da uno stalker. Molti credono che si tratti di Parker, e neppure lui, che ha cominciato a soffrire di vuoti di memoria, è sicuro di essere davvero innocente...

Newton Compton - in libreria e in ebook dal 19 febbraio

Per i tipi della Gargoyle, invece, questo mese abbiamo un urban fantasy piuttosto insolito in cui, stando alla descrizione, Neil Gaiman incontra Tarantino, dando vita a un'avventura paranormal ricca di umorismo nero. Apocalypse Now Now, dello scrittore sudafricano Charlie Human, presenta un'originale ambientazione - una Cape Town sotterranea e infestata da creature pericolose - e un anti eroe decisamente spregiudicato, ma anche molto innamorato...

Sinossi: Baxter Zevcenko è un comune ragazzo di sedici anni, se per comune si intende il fulcro di un'associazione clandestina che vende materiale pornografico nel cortile della scuola, nonché probabile serial killer che soffre di incubi surreali. Baxter è il primo a riconoscere di non essere un bel ragazzo, eppure i profitti crescono, le altre gang gli girano alla larga e finalmente esce con Esme, la ragazza dei suoi sogni. Ma quando Esme viene rapita, e tutti gli indizi inducono a credere che siano coinvolte forze soprannaturali, la situazione comincia a farsi davvero strana. L'unica persona abbastanza fuori di testa da aiutare Baxter nella ricerca della ragazza è Jackie Ronin, un cacciatore di taglie del mondo soprannaturale - e pazzo a tutti gli effetti - che lo trascinerà nella bizzarra realtà ultraterrena di Cape Town. Un urban fantasy dissacrante, folle ed energico, con una vena sarcastica eccezionale e sorprendente che appassionerà anche i meno amanti del genere.

Gargoyle Books - in libreria dal 19 febbraio (no ebook)

 

E ora è arrivato il momento di presentare il nuovo romanzo di uno scrittore famosissimo, uno dei principali esponenti del fantasy classico che più classico non si può: Terry Brooks, che con Lo Spettro della Strega conclude la nuova trilogia "Gli Oscuri Segreti di Shannara", sempre collegata alla saga di Shannara, che ormai conta moltissimi libri ed è decisamente troppo complessa per poterla riassumere qui in poche righe.  Questa nuova trilogia è leggibile anche singolarmente, anche se diversi riferimenti credo vengano persi se non si ha letto almeno i primi tre libri di Shannara (La Spada di Shannara, Le Pietre di Shannara e La Canzone di Shannara). Per i fan ho una bella notizia: MTV ha opzionato la saga per una trasposizione televisiva, e sono in fase di casting. Si comincia con La Spada di Shannara e poi chissà...

Se non conoscete ancora il suo mondo popolato di maghi, elfi, eroi leggendari e creature delle tenebre, il mio consiglio è di recuperare La Spada di Shannara, ma se volete cominciare direttamente dalla nuova trilogia, allora leggete il primo volume: I Guardiani di Faerie. Se invece avete già letto tutto il leggibile, sarete contenti del terzo volume, edito come sempre da Mondadori.

Sinossi: Per secoli le Quattro Terre sono state protette dai demoni del passato, difese dai confini magici che le separavano dalla dimensione oscura nota come "Divieto" e dagli esseri, terribili e malvagi, che la abitano. Ma adesso non è più così. Le antiche barriere che garantivano la separazione tra l'ordine e il caos hanno cominciato a indebolirsi e generazioni di esseri mostruosi e assetati di sangue, mossi da una rabbia coltivata per millenni, cercano di distruggerle definitivamente, per vendicarsi di chi li ha imprigionati. L'unica che può fermarli è Arling Elessedil, giovane elfa che possiede i mezzi per sigillare la breccia e richiudere nuovamente gli abitanti del Divieto nella loro prigione. Ma Arling è caduta nelle mani del diabolico Primo Ministro della Federazione e i suoi sforzi sembrano essere stati vani. Solo sua sorella, Aphen, coraggiosa e ostinata, che detiene le Pietre Magiche e ne controlla il potere, può sperare di salvare Arling dalla sorte infelice che ha in serbo per lei il suo carceriere. Intanto Railing Ohmsford - nel tentativo disperato di salvare suo fratello - cerca di capire se la sua famigerata antenata Grianne, la Strega, è ancora viva e vuole aiutarlo a salvare il mondo, senza curarsi della posta in gioco e delle conseguenze delle sue azioni

Mondadori - in libreria e in ebook dal 10 febbraio

E ora l'ultima proposta: la Fanucci ha annunciato la pubblicazione di Il Terzo Regno  (The Third Kingdom), dopo instancabili richieste da parte dei fan del grande Terry Goodkind. Il libro è il seguito di La Macchina del Presagio (The Omen Machine). Si tratta della trilogia "Richard and Kahlan", che riprende da dove era terminata la meravigliosa serie principale "La Spada della Verità" (The Sword of Truth), composta da ben 11 volumi, tutti pubblicati in Italia da Fanucci. Essendo romanzi strettamente legati tra loro, è necessario leggerli in ordine di pubblicazione.

La sinossi: Il malvagio Jit è morto e Richard e Kahlan sono riusciti a sopravvivere alle sue trame. Ma una nuova minaccia li attende nelle Terre Oscure. Infettato dal tocco della morte e privato dei suoi poteri di mago guerriero, Richard ha pochissimo tempo per sventare l'infernale congiura ordita dagli eserciti al di là del muro, nei territori del nord. I suoi amici e alleati sono già prigionieri di questa funesta federazione e Kahlan, anche lei segnata dal tocco letale, è a un passo dalla morte. Abbandonato dalla magia, Richard non ha altro che la sua spada, il suo coraggio e il suo intuito. Può contare, però, su una straordinaria compagna di viaggio: Samantha, una giovane guaritrice che sta imparando a usare i suoi poteri.

Fanucci - in libreria dal 26 febbraio

Non mi resta che augurarvi buone letture, nel caso in cui uno o più di questi libri riusciranno a solleticare la vostra curiosità, e darvi appuntamento al prossimo mese, con le uscite di marzowink

In apertura un'illustrazione di Wojtek Fus

Uscite YouFeel Febbraio 2017

TÈ NERO, VANIGLIA E BACI ALLO ZENZERO di Elisabetta Motta - Mood EMOZIONANTE

L'amore non guarda con gli occhi, ma con l’anima

“Pannacotta Dreaming” non è una sala da tè come ce ne sono tante a Roma. È un luogo intimo e curato dove i clienti possono sorseggiare infusi pregiati in tazze di porcellana, gustare i dolci più deliziosi e acquistare meravigliosi bouquet di fiori. L’intraprendente Emma ha infatti saputo unire le sue abilità di pasticciera alla passione per i fiori, dando vita a un bistrot unico e indimenticabile per chi vi trascorre qualche ora di relax. Tra i tanti clienti che iniziano a frequentare il locale c’è Alex Giordani, un compositore di musica lirica a cui la vita ha donato di vedere con il cuore laddove i suoi occhi non riescono a farlo. Per Emma innamorarsi di lui è inevitabile, per Alex pensare a un futuro con lei è complicato. Forse è più semplice restare nei confini sicuri di ciò che si conosce già molto bene. Ma il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce…

Una storia d'amore intensa come una miscela di tè nero e dolce come una mousse alla vaniglia.

 

 

L'IMPORTANZA DI CHIAMARSI CRISTIAN GREI di Chiara Parenti- Mood IRONICO

L’ amore è un gioco. Ti va di giocare con me?

Cristian Grei ha trentadue anni e una sola, acerrima nemica: E. L. James, che con le sue 50 Sfumature gli ha rovinato la vita. Tutte le donne, infatti, appena sentono il suo nome, vedono in lui un dominatore in 3D e l'incarnazione delle più proibite fantasie erotiche. Ma se  vivi a Prato,  fai il becchino nell’agenzia di onoranze funebri di famiglia e sei ipocondriaco, avere il nome "uguale" a quello del più grande amatore di tutti i tempi, che si sposta in elicottero ed è a capo di un’azienda leader mondiale,può creare una costante e fastidiosissima ansia da prestazione.
Solo Antonella, l'amica di sempre,  è in grado di divertirsi giocando con lui e tenere a bada le sue mille ansie, ma soprattuto è disposta ad amarlo per quello che è realmente.
Cristian Grei riuscirà finalmente a capire che è lei la donna giusta? E soprattutto sarà “pronto a riceverla”?

Dall'autrice di Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) e Con un poco di zucchero  una nuova e divertente commedia che vi ossessionerà e legherà fino all'ultima pagina. 

 

 

IL BELLO DELLA DIRETTA di Cinzia Giorgio - Mood ROMANTICO

Non avrai altro uomo al di fuori di m(ex)

Ognuno di noi ha uno scheletro nell’armadio. Quello di Valentina, coautrice del talk show di punta di Canale Uno, è alto circa un metro e ottanta, ha gli occhi grigio-blu e i capelli castani. È il suo ex Fulvio Valenti. E gli ex, si sa, a volte ritornano. Il guaio è come ritornano. Fulvio non è più il ragazzo bello, povero e semplice che lavorava con il padre, idraulico di fiducia della famiglia di Valentina. Ora è ricco, famoso ed è uno degli anchorman più apprezzati della CNN. I problemi arrivano nel momento in cui Canale Uno decide di assumerlo e di affidargli la conduzione del programma. Sono passati dodici anni da quando Valentina e Fulvio si sono lasciati, e molte cose sono cambiate nelle loro vite. Lei non lo ha mai dimenticato, ma Fulvio come reagirà?

Il bello della diretta si ispira a “Persuasione”: dopo “Prime catastrofiche impressioni” e “Cosa farebbe Jane?”, un altro romantico appuntamento con la miniserie “Le ragazze di Jane Austen”.

 

 

VILLA EDEN di Emiliana De Vico - Mood EROTICO

Lasciate ogni pudore voi che entrate

Nicoletta è una giovane donna a cui la vita ha tolto l'amore. Per questo o forse per sfida accetta quell'invito a Villa Eden, luogo di incontri segreti e giochi senza regole. E scopre di essere la protagonista assoluta della serata, l'oggetto del desiderio di molti uomini nascosti dietro una maschera e pronti a tutto per conquistarla. Nicoletta è convinta di non desiderare un simile potere sull’altro sesso, e di non essere ancora pronta per lasciarsi alle spalle il dolore del suo passato. Vuole un uomo che la faccia sentire una regina e che sia disposto a essere soltanto suo. Per sempre. Ma una sensualità prepotente si risveglia in lei sotto le carezze delicate e virili di un’enigmatica maschera d’argento… Chi riuscirà a rubarle il cuore e a farle provare ancora le sensazioni che ha dimenticato da troppo tempo?

Un romanzo che vi ecciterà pagina dopo pagina. Un mix esplosivo di trasgressione, sensualità e amore.

Oggi in cucina : cavoli e compagnia ...

 

Qualche settimana hanno portato al mio boss una cassetta di cavolfiori, cavolini e cime di rapa.
E con tutto questo che ti inventi Emynem?
Ho iniziato a sfogliare le mie vecchie riviste, ho pasticciato in cucina per provarle, ho messo al lavoro le mie cavie e adesso le propongo anche a voi. Sono piatti sani, saporiti e leggeri perché quasi tutto viene cotto al vapore e conquisteranno anche le persone che storcono il naso quando sentono parlare di cavoli e affini.
Per chiudere poi la nostra cucina, voglio offrirvi la ricetta di un dolce trentino tipico del Carnevale: lo smacafam.
L’origine di questo simpatico nome ( da ‘smaca=che picchia duro + ‘ fam=fame) deriva dal fatto che questo piatto è molto nutriente.

 

PANFRITTATA con CIPOLLA e TIMO

1 pane tipo Altamura
8 uova
2 cipolle bionde
250 g di stracchino
100 g  di parmigiano
3 rametti di timo
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Tagliate orizzontalmente il pane con un coltello rimanendo a circa 4 dita dal bordo inferiore.
Sollevate la calotta e privatelo della mollica. Foderate esternamente la base del pane con alluminio fino a comprendere il bordo per evitare che il pane si bruci.
Spellate le cipolle, lavatele, asciugatele e tagliatele a fettine sottili. Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e aggiungete le cipolle; salate e cuocetele per15 minuti con il coperchio, quindi toglietelo e continuate la cottura per altri 15 minuti.
Mescolate di tanto in tanto e aggiungete un poco d’acqua bollente se necessario, finchè risulteranno morbide .
Sgusciate le uova in una ciotola, aggiungete il parmigiano reggiano grattugiato, le cipolle stufate e le foglioline di timo.  Regolate di sale e pepe e sbattete con una frusta a mano, in modo da ottenere un composto omogeneo.
Appoggiate il pane coperto con alluminio sulla placca foderata con carta da forno, versate al centro il composto di uova preparato, lasciandolo cadere delicatamente.
Aggiungete lo stracchino a fiocchetti e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 20/25 minuti. Togliete l’alluminio, lasciate raffreddare per 10 minuti prima di  servire.

CAVOLFIORE al VINO

800 g di cavolfiore
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
400 g di zucchine
6 filetti di acciughe sott’olio
2 cucchiai di olive nere piccole
½ bicchiere di vino bianco
4 spicchi di aglio
sale
pepe

Lavate e spuntate le zucchine, affettatele per il lungo e spolverizzatele con 2 spicchi di aglio tritato finemente.
Adagiatele su una griglia, salate, fatele cuocere rapidamente e tenete in caldo.
Mondate il cavolfiore, dividetelo in cimette, lavatele e tuffatele in acqua in ebollizione e sbollentate per 3 minuti.
Fate imbiondire nell’olio extravergine l’aglio rimasto, ( non fatelo scurire!) aggiungete le cimette scolate e asciugate e lasciatele insaporire per 3 minuti mescolando.
Unite le olive al cavolfiore; tagliate a pezzettini le acciughe e aggiungetele, irrorate con il vino bianco e fate cuocere per 15 minuti a fuoco vivace con il coperchio sul tegame. Schiacciate le acciughe con la forchetta per scioglierle del tutto e, se necessario, aggiungete poca acqua calda.
Salate e pepate il cavolfiore, che dovrà essere morbido ma al dente e servite su un letto di zucchine grigliate.

INVOLTINI di BRUXELLES

300 g di fesaa di tacchino
200 g di cavolini di Bruxelles
1  uovo
2 spicchi di aglio
1 rametto di maggiorana
1 peperoncino piccante
4 foglie di salvia
sale
pepe

Lavate e pulite i cavolini, eliminate la base e le foglie esterne, quindi lessateli a vapore per 10 minuti.
Passate al mixer i cavolini insieme all’aglio, al peperoncino e alla maggiorana, e amalgamate in una ciotola questo passato con l’uovo, quindi regolate di sale.
Affettate finemente la fesa di tacchino, tagliatela a striscette larghe 4 cm e lunghe 10 e spianatele delicatamente con il batticarne.
Salate la carne, profumatela col pepe macinato al momento e con la salvia tritata finemente, spalmatela con la crema di cavolini e arrotolate gli involtini fissandoli con stecchini.
Lessate a vapore gli involtini per 15 minuti, disponeteli su un piatto di portata e servite.

POLPETTE di VITELLO alle CIME di RAPA

300 g di polpa di vitello
600 g di cime di rapa
1 uovo
1 spicchio  d’aglio
1  ciuffo di  prezzemolo
4 cucchiai di salsa di soia
2  cucchiai di aceto
sale
pepe

Lavate le cime di rapa, raccogliendo le parti più tenere e le infiorescenze, e lessatene metà a vapore per 10 minuti.
Passate al mixer la carne di vitello con le cime lessate e trasferite il composto in una ciotola con l’uovo, l’aglio e il prezzemolo tritati finemente. Amalgamate gli ingredienti insieme a sale e pepe, quindi modellate tante polpettine e sistematele nel cestello per la cottura a vapore insieme all’altra metà delle cime di rapa tagliuzzata sommariamente.
Lessate entrambe per 12/15 minuti, levatele e disponetele su un piatto di servizio.
Emulsionate la salsa di soia con l’aceto, bagnate le polpette e la verdura e portate in tavola.

SPAGHETTI all'ORTOLANO

300 g di spaghetti
200 g di pomodorini a ciliegia
200 g di cavolfiore
2 piccoli peperoni gialli
16 fiori di zucca
2 spicchi di aglio
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 rametto  di rosmarino
sale
pepe

Pulite il cavolfiore , riducetelo a cimette e fatene pezzetti piccoli che poi lesserete a vapore per 10minuti.
Mondate i peperoni,  tagliateli a filettini corti e sottili e fateli cuocere per 10 minuti con l’olio e l’aglio.
Dividete in quattro parti i pomodorini,  strizzateli e aggiungeteli ai peperoni insieme al cavolfiore e al rosmarino e continuate la cottura per 10 minuti.
Lavate e pulite i fiori di zucca, staccate il pistillo ma lasciateli interi, aggiungeteli al sugo e fate insaporire per 5 minuti. Al termine salate e pepate.
Lessate al dente gli spaghetti in abbondante acqua salata, fateli saltare in padella con le verdure e servite.

SMACAFAM

1 kg di mele renette
250 g di mollica di pane casereccio raffermo
100 g di uva passa
100 g di zucchero
4 uova
2  limoni
1 arancia
½ bustina di lievito
½ l  di latte
2 bicchierini di grappa
cannella in polvere
zucchero velo
burro per la tortiera

Mettete a bagno nel latte la mollica di pane per 2 o 3 ore  l’uva passa nella grappa.
Sbucciate le mele, tagliatele a tocchetti e passatele in acqua acidulata con il succo di un limone.
In un tegame sciogliete il burro e fatevi rosolare le mele a fuoco dolce per 5 minuti, aggiungendo un pizzico di cannella e lo zucchero.
Lavorate con un cucchiaio di legno la zuppa di pane e latte finchè non diventa un composto omogeneo.
Aggiungete le uova (una alla volta!) e unite le mele, l’uva passa, il lievito, le scorze d’arancia e di limone tritate finemente
Versate il composto in una tortiera antiaderente e fate cuocere a 180° per 40 minuti.
Il dolce va servito freddo, cosparso di zucchero a velo.

50 sfumature di grigio: il film

8 giugno 2012 – 12 febbraio 2015

Meno 5 all’evento dell’anno, meno 5 all’emozione di vedere finalmente i nostri eroi sul grande schermo, meno 5 a dare un volto, un corpo e una frusta ad un uomo che ( si legge negli spot) ognuna di noi donne merita di avere nella vita.
Dopo aver letto questo ultimo lancio io ci ho provato a stare zitta, a far finta di niente,  a non vedere trailer e spezzoni rubati al set del film … ma proprio non ci riesco e nel grande calderone di chi sta aspettando con ansia e trepidazione la trasposizione di un libro che potremmo definire “storico”, in maniera molto educata, seriosa ed ironica nello stesso tempo, vi spiego perché non mi era piaciuto, non mi piace e continuerà a non piacermi così come non mi piace  nessun libro che, cavalcando l’onda, parli di questo tipo di amore.

La storia penso che la conosca anche la contadina lappone dispersa nella tundra che per passare il tempo nelle gelide notti dell’anno lo legge alla sua renna preferita: Anastasia Steele ( Ana), giovane  laurenda che vive sulla Luna,  fa un’intervista a Christian Grey, amministratore delegato della Grey Enterprises Holdings Inc. e siccome Mr.Grey è un “issimo” in ogni cosa  la nostra ingenua ragazza se ne innamora al primo battito di ciglia e allo sguardo maliardo e avido che lui le lancia dopo averla raccolta direttamente dal pavimento su cui è stramazzata.
 Mr. Grey bellissimo, ricchissimo, sensualissimo ma anche tanto malatissimo per quanto riguarda il rapporto fisico con una donna, non vuole certo farsi scappare l’occasione di provare il suo armamentario con la diafana ragazza che viene dai deserti lunari e le propone un incontro in cui le spiegherà cosa intende per legame.
E visto che Ana oltre alla letteratura inglese aspira anche ad una laurea in pronto intervento psichiatrico, accetta la relazione col Grey e con tutte le sue regole, dominazioni, punizioni e umiliazioni.
Credo sia inutile veramente che vi racconti tutta la manfrina perché sono quasi sicura che almeno uno dei tre libri lo abbiamo letto tutte, anche se neghiamo spudoratamente.

Sulla scia di quello che è stato un vero e proprio successo editoriale e una operazione di marketing  abilissima e furbissima, sono nate in questi anni tante di quelle Ana e tanti di quei Christian che ormai ho perso il conto. Le case editrici non se ne sono lasciate scappare una e quando un’aspirante nuova James non riusciva a far pubblicare il suo lavoro,  se lo editava da sola.
Che poi alla  fine la storia è sempre quella: una ragazzuola ingenua, possibilmente vergine o con qualche deludente esperienza che le fa cercare ad ogni rapporto sul dizionario il significato della parola orgasmo e un uomo  “issimo” con degli attributi sessuali che Siffredi piange al confronto, una resistenza degna di una fornitura annuale di viagra, che a causa di un passato tormentato e doloroso non trova altro sfogo che battere come tappeti le povere crocerossine che gli capitano a tiro e che lo vogliono salvare dal suo oscuro io interiore.

Autrici affermate o alle prime armi non ci hanno fatto mancare nulla e non ci hanno risparmiato nessuna descrizione di corde, fruste, bende, cera, palette… Gli ordini poi che vengono date a questi dissociati sono talmente folli e dementi che sembra impossibile possano essere descritti o fatti passare per atti d’amore.
Quando nella cronaca di ogni giorno purtroppo accadono realmente questi fatti, gridiamo allo scandalo, urliamo ogni tipo di insulto a chi non ci protegge abbastanza e non punisce severamente chi compie abusi e soprusi, svuotiamo magazzini interi di scarpe rosse per inondare piazze e strade di questo colore che ricorda il sangue e il dolore di tante donne balzate alla luce della cronaca e poi dimenticate in fretta perché in fretta si ripete di nuovo un altro femminicidio.
E poi basta un libro a farci scordare tutto. Basta un racconto che mescoli in modo sapiente e furbo amore e botte e sveniamo al pensiero di poter essere per un giorno al posto delle varie Ana, Summer, ecc. ecc.
Non si può demonizzare un film così come non si può demonizzare un libro, ma nemmeno si possono leggere certi commenti o certe filippiche sullo spessore di questi romanzi (e relative trasposizioni cinematografiche), sulla sana sessualità consenziente dei due protagonisti, sul messaggio che l’amore può far guarire una persona psicologicamente disturbata, che l’umiliazione e la prevaricazione siano sentimenti di vera passione in un rapporto, che non sia violenza e basta.
Chiedo a queste paladine che difendono a spada tratta letture di questo genere cosa mai ci trovino di differente in un Christian Grey che obbliga Anastasia a certi comportamenti ed azioni e un marito che per non essere riuscito a raddrizzare la moglie la elimina fisicamente.
Che se incappiamo per nostra sfortuna in un Grey qualunque, hai voglia a pensare al libro e a tutte le implicazioni emotive e psicologiche che nascondono in realtà il  suo amore profondo ed eterno.
Scappi tesoro mio, scappi più in fretta che puoi se ce la fai.
 E’ questa la realtà, è questa la  cronaca fredda e spietata di tutti i giorni per tante donne . Se ami una persona non la fai piangere, non la punisci, non la umili, non la sottometti nemmeno a letto se questo significa usarla come un oggetto di piacere
Quello che mi fa imbestialire è anche che a scrivere queste pagine siano donne. Donne.
Spiegami donna autrice perchè un uomo per dimostrarmi il suo amore, per farmi capire quanto profondo sia il suo sentimento e quanto tenga a me non conosca altro metodo che legarmi, picchiarmi come un baccalà, obbligarmi ad avere pluriorgasmi a comando, controllare ossessivamente ogni aspetto della mia vita e a comportarmi come una schiava subendo umiliazioni e umiliazioni?
Spiegami donna autrice come fai a raccontare certe scene umilianti e violente senza porti nessun problema, come fai a spacciare sadismo e turbe mentali per attenzioni amorevoli e atti di passione, come fai a pensare e a voler far pensare che la donna che le subisce goda e ne sia contenta...
Mi viene sempre in mente  un libro della stessa pasta delle Sfumature che avevo iniziato e poi cestinato subito, in cui l'autrice descriveva una scena nella quale la protagonista veniva tenuta a guinzaglio nuda nello studio dell’amante e come atto di deferenza o punizione doveva leccargli le scarpe . Questa scena degradante e violenta veniva spiegata , dopo alcuni commenti negativi, come “leggermente forte ma piena di amore e di tenerezza perché lui per non farla stare scomoda la posizionava davanti al camino e su un tappeto morbidissimo e costosissimo..
Giuro che anche il mio cane che mi adora, mi sputerebbe addosso.
Qui le cose sono due: o chi scrive vive in un mondo tutto suo e non si rende conto della gravità di ciò che mette su carta o non conosce il significato della parola violenza sulle donne.

Comunque con buona pace di puritane, bacchettone e ipocrite ignoranti… tra qualche giorno avremo anche il film di chi ha aperto questo filone di amori tribolati e agognati da quasi tutte le femmine del mondo (toglieteci le categorie sopra citate).
Qui dove abito, i primi tre giorni di programmazione sono prenotati da settimane!
L’altro giorno ho incontrato una mia amica nel negozio di mia figlia che mi chiedeva tutta eccitata  se sarei andata  a vederlo.  
Le ho risposto che a parte la mia antipatia in generale per il cinema, manco ci pensavo di andare a guardare su uno schermo due alienati mentali che ho già letto in un libro.
Hai letto i libriiiiiiii !? (Come fosse una impresa ercolina usare gli occhi non solo per truccarli…)
No dai, non puoi dire che il pensiero di una storia d’amore così bella e appassionata non possa emozionarti e non farti dormire la notte!
Beh certamente si, se li imiti… perchè mica è  facile cadere nelle braccia di Morfeo con un fondoschiena che urla vendetta dopo l’incontro ravvicinato con palette e frustini.
Stiamo sclerando donne mie e di  brutto se continuiamo a ritenere questi libri degli erotici sentimentali e che ogni donna vorrebbe avere nella sua vita un Mr. Grey.
Oh si…io si lo vorrei, eccome se lo vorrei.  E quanti giochi ci farei assieme!
Solo all’incontrario.
Lo farei aspettare in ginocchio sui ceci nudo come un verme . Poi dopo averlo legato e bendato e, se non mi ha salutato bene avergli dato un paio di schiaffi col pacchetto del prosciutto appena comprato, farlo stendere sul tavolo da cucina e usare la sua schiena per  preparare da mangiare…taglia, sminuzza, affetta, batti e sbatti, impasta e flambeè come tocco finale.
Sono sicurissima che un trattamento del genere lo lascerà così pieno di voglia e di amore che la prima cosa che farà il mattino dopo il meraviglioso amplesso che ne sarà seguito, correrà all’Ikea a comperarmi tutti gli attrezzi da cucina che riuscirà a trovare.

Uscite Sperling & KupferFebbraio 2015

IL MEGLIO DI ME di Nicholas Sparks

Nella primavera del 1984, quando ancora frequentavano il liceo, Amanda e Dawson si sono innamorati: profondamente, irrevocabilmente. Nonostante appartengano a due mondi diversi, il loro amore è così grande da sfidare l'intera cittadina del North Carolina in cui sono cresciuti. Ma, alla fine dell'estate, le loro strade si devono bruscamente dividere. Ora, venticinque anni dopo, Amanda e Dawson si ritrovano per il funerale di un vecchio amico. E in un solo weekend - il più lungo della loro vita - scoprono che, a volte, l'amore può durare per sempre.

 

Nicholas Sparks è nato in Nebraska nel 1965 e ha studiato alla University of Notre Dame. Vive con la moglie e i cinque figli in North Carolina. Insuperabile narratore dei sentimenti, ha scritto numerosi bestseller, tradotti in più di quaranta lingue e sempre presenti ai vertici delle classifiche internazionali.
www.nicholassparks.it

 

 

 

THE ELITE di Kiera Cass

Trentacinque ragazze. Così era cominciata la Selezione. Un reality show che, per molte, rappresentava l'unica possibilità di trovare finalmente la via di uscita da un'esistenza di miseria. L'occasione di una vita. L'opportunità di sposare il principe Maxon e conquistare la corona. Ma ora, dopo le prime, durissime prove, a Palazzo sono rimaste soltanto sei aspiranti: l'Elite. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l'amore per il regale e bellissimo Maxon e quello per il suo amico di sempre, Aspen, semplice guardia a Palazzo. E più America si avvicina al traguardo più è confusa. Maxon le sa regalare momenti di pura magia e romanticismo che la lasciano senza fiato. Con lui, America potrebbe vivere la favola che ha sempre desiderato. Ma è davvero ciò che vuole? Perché allora ogni volta che rivede Aspen si sente trascinare dalla nostalgia per la vita che avevano sognato insieme? America ha un disperato bisogno di tempo per riflettere. Mentre lei è tormentata dai dubbi, il resto dell'Elite però sa esattamente ciò che vuole e America rischia così di vedersi scivolare via dalle dita la possibilità di scegliere… Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce e spietata che mai.

 

Kiera Cass si è laureata alla Radford University e vive a Blacksburg, Virginia, con la famiglia. In tutta la sua vita ha baciato più o meno quattordici ragazzi: sfortunatamente, nessuno di loro era un principe.
www.kieracass.com

 

 

RACCONTAMI ANCORA DI NOI di Giulia Besa

È una giornata autunnale a tutti gli effetti, con pioggia battente e vento freddo. Ma Caterina non rinuncerebbe per niente al mondo al suo impegno. Robert Della Rovere, il suo scrittore preferito, presenta il suo nuovo bestseller in un libreria in centro a Milano, e lei non può mancare. A venticinque anni, con un lavoro poco appagante in un negozio di abbigliamento, per fortuna ha il nuoto, la cucina cinese e, soprattutto, i libri a regalarle qualche soddisfazione. Giovane, affascinante e schivo, Robert non è solito dare confidenza alle sue tantissime fan. Di fronte a Caterina però resta folgorato, catturato dai suoi profondi occhi azzurri. Ma Caterina è troppo timida e insicura, e quando lui la invita per un caffè, si fa prendere dal panico e scappa facendosi largo tra decine di fan invidiose. Robert non ha certo intenzione di lasciarsela sfuggire ed escogita un modo unico di conquistarla: affida alla propria penna il loro incontro, creando una storia d'amore indimenticabile che li vede protagonisti, immaginando il loro primo appuntamento, il primo bacio, la prima notte insieme… Il lieto fine di fantasia è assicurato, ma la realtà sarà all'altezza?

Giulia Besa vive a Roma, dove è nata nel 1990. Studia Giurisprudenza presso l'Università la Sapienza. Nel 2011 ha pubblicato il suo primo romanzo, Numero sconosciuto, per Einaudi Stile Libero. è stata selezionata per partecipare con il racconto «Bancomat» al Torneo Letterario Esordire organizzato dalla Scuola Holden; due suoi racconti sono stati pubblicati sul sito Storiebrevi.it di Repubblica e l'Espresso, e poi inseriti nelle antologie Cinque storie sull'allegria e Sei storie fantastiche uscite nel 2013 sempre per Storiebrevi.

Dietro la lavagna /Gennaio

 

Il mese di gennaio è finito e puntuali arrivano la lavagna e fra qualche giorno anche le pillole.
Gennaio non è un mese particolarmente prodigo e anche se qualche CE  ha anticipato a sorpresa alcune  uscite,  chi ama il romance non ha avuto altra scelta che fare incetta all’edicola o negli store on line o aspettare la fine del mese per acquistare il libro che serviva per completare una serie o iniziarne un’altra.
Com’è andata? Mah… così e così secondo me.
Ci sono stati dei titoli che promettevano bene sia nella trama e sia per l’autore che invece si sono rivelati letture abbastanza insipide e soporifere, altri invece che mi hanno regalato a sorpresa qualche ora piacevole.
Sicuramente il mio parere su alcuni di questi libri non incontrerà il consenso di chi mi legge ( sia in versione pillole che in quella della lavagna) ma allo sfinimento continuerò a dirvi che è solo un gusto personale, discutibilissimo ma personale.
Cominciamo dai Mondadori…
Li ho presi tutti, tranne la Balogh e la Laurens che avevo già.
 E’ inutile che io faccia scelte o programmi su cosa comprare… alla fine con la piangina e l’assatanata nel giro del mese arriva tutto e riesco a leggere quasi tutto. Aiuta moltissimo, lo ammetto, la  versione digitale che fa risparmiare soldini e praticamente fa credere al consorte che spendi poco o nulla per i tuoi duchi, miliardari e vampiri.
Andiamo....
Una paziente conquista di Sherry Thomas.
Ci avrei scommesso tutti i miei fili che sarebbe stato un bel romanzo e invece a me non è piaciuto particolarmente.
La storia era interessante ma solo dopo qualche capitolo ho iniziato ad odiare profondamente i protagonisti tanto che se fossi stata una letterina e avessi potuto entrare nel libro rendendo reali ambienti e personaggi, avrei dato una scrollata a lei e due pedate  sui  gioielli di famiglia a lui.
Fitz ( già il nome è tutto un programma) è un imbecille di prima categoria, piagnucoloso ed irritante con questo dolore infinito per aver perso l’amore della sua vita e aver sposato un’altra.
Ma perché l’hai fatto carissimo piagnone? Perché ti sacrifichi ad impalmare una ragazza che si innamora al primo sguardo di te, concordi di consumare le nozze dopo parecchi anni per avere un erede e continui a sbavare per l’amore del tuo cuore che si consola, si sposa, rimane vedova e ritorna con due pargoli al seguito?
Ma perché hai le pezze al sedere caro Fitz… perché se la famiglia borghese della tua giovane moglie non avesse in testa di sistemare la figlia con un nobile tu saresti seduto su una sedia sgangherata a mangiare pane e cipolla nella tua aristocratica dimora diroccata a sospirare per la tua ex.
Ecco il motivo carissimo: vile denaro e sicurezza economica che possa tenere alto il tuo blasone.
Assodato che abbiamo a che fare con un cretino,  passiamo alla sposina che meglio non è.
Ok, ha solo diciassette anni, è ingenua, sa che deve fare questo matrimonio con un uomo più vecchio di lei (che però  schiatta senza eredi e lascia al cugino l’onere del debito pecuniario e matrimoniale), si innamora perdutamente di questo nuovo marito che la detesta e le fa sapere da subito che la userà come fattrice fino all’arrivo dell’agognata progenie … e gli diventa amica???
Si fa raccontare e discute delle relazioni sessuali che ha con altre donne? Rimane illibata perché devono passare otto anni prima che il matrimonio venga consumato quasi fosse una cambiale in scadenza???
Che poi dico … a diciassette anni e così d'emblée riesco anche a comprendere Fitz : è deluso per questa cosa combinata, ha  in mente la fidanzata che ha dovuto abbandonare…ecc. ecc. Ma a venti? A ventitre? Che ha questa benedetta ragazza che deve per forza essere resa donna l’ottavo anno di matrimonio? In alcuni passi del libro gli intelligentoni ( perché li affosso entrambi) parlano proprio usando i termini “ manca un mese …mancano dieci giorni… oggi è il gran giorno…)
E quando arriva il termine e riappare la  ex fidanzata bellissima e al verde,  il maritino Fitz deve sbrigarsi a ingravidare la moglie, cercare una proprietà per la ex che diventerà la sua amante ufficiale e unica e continuare ad avere una vita all’apparenza normale con la mogliettina che sta aspettando da anni di avere una vita sessuale.
Ora… che i personaggi femminili della Thomas siano abbastanza tortuosi lo sapevo da tempo e anche che le sue  storie siano sempre abbastanza cervellotiche, ma qui secondo me si esagera. E anche se sono normalissime e consuete per quegli anni e per quel modo di pensare, io non riesco a farmele piacere.
Io avrei avvelenato Fitz, diventando una ricca vedova e me la sarei spassata.

Altri due romanzi che sono incerta se posizionare dietro o davanti la lavagna sono L’amore è cieco di Lindsay Sands e Saprò salvarti di Ann Campbell, due libri che promettono bene, iniziano anche discretamente, si perdono in delle situazioni abbastanza assurde, riprendono quota e poi chiudono velocemente con il classico “ e vissero felici e contenti”.
Nel libro della Sands possiamo comprendere quanto siano importanti un paio di occhiali per una giovincella che deve sposare un uomo nobilissimo e ricchissimo ma con una guancia sfregiata.  La ragazza cieca come una talpa è obbligata dalla matrigna a non portare gli occhiali per non far fuggire orripilati i pretendenti che potrebbero chiederla in moglie. Oddio… li fa scappare lo stesso perché a causa della nebbia in Val Padana che ha davanti al viso, ne combina una peggio delle altre bruciando parrucche, ustionando pantaloni e relativi attributi maschili versandoci sopra il tè o facendo fare loro impacchi freddi sui poveri piedi pestati di continuo durante i balli.
Comunque la sua fortuna arriva quando il conte di Mowbray, Adrian Montfort, decide che lei è la moglie ideale per lui visto che non può vedere la cicatrice che gli rovina una guancia e che, almeno fino a quando non la riterrà abbastanza innamorata , non le comprerà nessun paio di occhiali anche a costo di rischiare le pudenda.
Allooooora… se uno è miope non necessariamente è cieco anche da vicino … ergo caro Adrian, la Clarissa  ha visto molto bene la tua faccia fin dal primo momento in cui l’hai invitata a ballare.
Poi se questa benedetta matrigna vuole trovarle un qualsiasi marito pur di sbolognarsela da torno, perché non le va mai bene nessuno?
Clarissa è stata coinvolta a quattordici anni in questa specie di scandalo ridicolo e assurdo che non vi svelo … come fa a non riconoscere la persona che era coinvolta nel fatto ? ( Sono criptica lo so ma se vi dico troppo vi faccio capire delle cose che toglierebbero il gusto della lettura).
E sempre su questa benedetta matrigna carogna patentata che gliene fa passare di tutti i colori …. come fa a perdonarla nel giro di un paio di giorni e diventare amicone come se nulla fosse successo?
Quando poi scopriamo che la Clarissa gli occhiali se li è comprati da sola in barba a matrigna e marito, volete sapere per quale motivo li usa?
Non per evitare di adoperare il bavaglino per mangiare e sbrodolarsi come un poppante con le prime pappette o per non prendere sulla fronte gli spigoli del  muro, ma per leggere qualche manuale che le insegni a dar piacere al marito.
Ma fatemi il piacere!!!

Beh, mi sono detta chissà che la Campbell mi dia più soddisfazioni con questa trama piena di pathos…
Ma anche in questo caso sono cascata maluccio perché la storia non decolla mai veramente o almeno a me non è successo.
Lei, Charis Weston è la più ricca ereditiera d’Inghilterra. Per non cedere alle insistenti e violente imposizioni dei due fratellastri che vogliono sposarla ad un uomo di loro gradimento in modo da poter avere libero accesso alla sua ingente fortuna, al suo ennesimo rifiuto pensano bene di batterla come un baccalà e lasciarla mezza moribonda a meditare.  Mezza intontita dalle botte e col vestito strappato perché uno dei fratelli ha pure in mente di violentarla, anche se desiste all’ultimo, Charis riesce a scappare e si nasconde cercando il modo di non essere ripresa dai parenti fino al compleanno che la renderà libera da ogni vincolo.
Lui, sir Gideon Trevithick, è un eroe tormentato e devastato nel corpo e nella mente che per salvare la giovane donna, la sposa e la tiene nascosta fino a quando non correrà nessun pericolo ( un mese mi sembra).
Però non sopporta nessun contatto fisico dopo le torture subite durante l’anno di prigionia nelle indie galere e quindi non si capisce come farà a superare le sue fobie per consumare il matrimonio. Ma le vie del sesso sono infinite e scopriamo che 
con qualche bella rotolata nel letto con la mogliettina nuova nuova, ogni tormento passa in secondo piano. 
Le scoperte della mente uumana sono veramente un mistero  e si potrebbe realmente gridare al miracolo e senare questo tipo di cura nei libroni che si occupano di nuove cure.
Però fra i tanti titoli diciamo pure che questo libro si salva abbastanza dai, anche se non lascia il segno nel mio cuore arido e antipatico.

Facciamo un esperimento: avete conosciuto una persona sui quindici anni di età e la ritrovate dopo otto anni.
Quanto può essere cambiata ??? Se non ha fatto una plastica facciale ben poco, ne sono certissima.
Nel mio girovagare a volte su fb mi è capitato di digitare il nome di qualche mia vecchia compagna di scuola …  anche se sono passati tanti anni i lineamenti e l’espressione sono quelle, su dai.
Quindi mi sono fatta una gran risata nel leggere  Ricamo d’amore di Shana Abè quando il marito non riconosce la moglie dopo otto anni di prigionia.
Ho capito, Lord Tristan che l’hai lasciata quando la ragazza aveva quindici anni ma non riconoscerla proprio mi pare assurdo e rimurginarci sopra per quasi mezzo libro altrettanto noioso.
Dopo qualche capitolo ho mollato e riconfermo il mio giudizio poco positivo su questa autrice.
Peccato che a quel  tempo non ci fosse Chi l’ha visto…

Solo poche ultime righe, prometto, per l’ennesimo erotico che provvederò a massacrare in un prossimo post che sto preparando per il grande evento dei prossimi giorni.
Mi vorrai- Le note della passione di C.D.Reiss …
Cito dal promo:
Monica è giovane, forte, indipendente, e con un carattere da vendere, forse troppo. È una musicista di talento e canta con la sua band nei locali di Los Angeles. In attesa del successo, lavora come cameriera in uno di quei bar panoramici di gran moda in città, al trentesimo piano di un palazzo nuovo di zecca con la piscina sul tetto, e uguale a mille altri. Quando poi l'affascinante e intrigante proprietario del locale in questione, Jonathan Drazen, le offre un nuovo lavoro e la invita a uscire è abbastanza combattuta …Monica ha detto basta agli uomini per dedicarsi completamente al suo sogno, la musica. In fondo, l'amore e il sesso finora sono stati solo in grado di interferire con i suoi progetti. C'è qualcosa però in quegli occhi verdi che la attrae. Qualcosa che darà inizio a un eccitante braccio di ferro. Perché, testarda e determinata, Monica non ha nessuna intenzione di sottomettersi a lui. Ma quanto a lungo riuscirà a resistergli?
Quattro o cinque capitoli? Non li ho contati sinceramente, ma questa donna forte, indipendente e volitiva si fa strapazzare dal solito bello  e dannato con manie di possesso e sottomissione.
Verrai solo quando te lo dico io… tipo Giucas Casella per intenderci, solo che invece di uscire dal trance di credersi una gallina, la donna si blocca di colpo e non arriva all’appagamento finale perché il grand’uomo glielo ordina.
Si signore, si padrone…
Ma quando finirà ‘sta solfa infinita di donne che credono che umilizioni e punizioni corporali siano espressioni d'amore!

Escono in edicola i Romanzi Mondadori di Febbraio 2015

ROMANZI EMOZIONI

Emozioni 35 – Madeline HUNTER – Era scritto nel destino (By Design)

Fin dall’istante in cui posa lo sguardo sulla bellissima ragazza che vende vasellame al mercato, Rhys comprende di non avere scampo: lei è Joan, costretta dalle circostanze ad accettare l’umile condizione di serva apprendista. Certo Rhys non immagina di rivederla, qualche giorno dopo, ingiustamente punita con la gogna, e per salvarla decide di riscattare il suo contratto. L’attrazione fra loro scocca immediata, tuttavia nella vita di Joan non c’è posto per l’amore ma solo per la promessa di vendetta pronunciata sulla tomba del padre, nei confronti di chi ha causato la rovina della loro famiglia. Eppure quella barriera di orgoglio e determinazione vacillerà, di fronte alla dolce e paziente insistenza di quell’uomo tanto forte nel fisico quanto nell’anima…

Nota. Secondo romanzo della Serie Medievale (Medieval Series), così composta.
1.TU MI APPARTIENI (By Possession)
2.ERA SCRITTO NEL DESTINO (By Design)
3.Stealing Heaven – inedito in Italia
4.By Arrangement – inedito in Italia
5.By Protector – inedito in Italia
6.Lord of Thousand Nights – inedito in Italia

Avevamo conosciuto il protagonista, Rhys, nel bellissimo romanzo precedente, in qualità di pretendente sfortunato di Moira Falkner. La serie medievale è una delle più acclamate di questa scrittrice, per l’attenta ricostruzione storica e il coinvolgente magnetismo dei protagonisti, e anche questo secondo libro non sembra essere da meno del primo, almeno stando a numerose ed entusiaste recensioni. Rhys fa parte dei cosiddetti Liberi Muratori, all’epoca quando la massoneria era ben altra cosa rispetto a oggi, e la sua aspirazione è costruire cattedrali ed edifici. Purtroppo, si trova invece nelle circostanze di dover servire come spia dell’amante della regina Isabella. Abbiamo dunque una trama anche avventurosa che movimenta il ritmo della narrazione, accanto a quella principale, che resta romance. Entrambi i personaggi sono artisti, in un certo senso, e dotati di un carattere fiero e determinato. Lei, in questo caso, è assolutamente determinata a trovare giustizia per i torti subiti, lui, invece, a farla sua. Fanno la comparsa i protagonisti del romanzo precedente, tuttavia, ERA SCRITTO NEL DESTINO può essere tranquillamente letto anche da solo.

Ambientazione: Inghilterra, 1328

Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance DIK (Desert Isle Keeper).

Livello di sensualità: hot

 

Emozioni 36 – Janes GRAVES – Magica Las Vegas! (Tall Tales and Wedding Veils)

L’ultima cosa che Heather Montgomery vorrebbe è accompagnare la cugina e le sue damigelle, bellissime quanto superficiali, in una gita a Las Vegas. Perché Heather è una donna pratica e con la testa sulle spalle: la saggia della famiglia, abituata a pianificare le proprie giornate e ben poco incline al divertimento. Figurarsi come si può sentire a risvegliarsi nella sua camera di hotel, dopo una notte molto particolare, e scoprire di essersi sposata. Lui è Tony McCaffrey, un donnaiolo impenitente che affronta la vita con leggerezza, e non potrebbero esistere due persone più diverse e peggio assortite. Entrambi sono consapevoli che la cosa migliore sarebbe porre fine a quella situazione il più in fretta possibile, tuttavia, ben presto, gli eventi prendono una piega del tutto inattesa…

Nota.Secondo romanzo della serie “Playboys”, così composta:
1.RIPARTO DA TE (Hot Wheels and High Heels)
2.MAGICA LAS VEGAS! (Tall Tales and Wedding Veils)
3.Black Ties and Lullabies – inedito in Italia
4.Heartstrings and Diamond Rings – inedito in Italia

Romanzo brillante, frizzante e pieno di ritmo, dove il pezzo forte è sicuramente la caratterizzazione dei personaggi. Abbiamo una protagonista intelligente e in carriera: ha molti amici, è una donna consapevole del proprio valore, ma nel profondo del cuore sa anche che le manca qualcosa di importante. L’essere amata davvero, provare la sensazione di essere speciali per qualcuno che la veda più bella di tutte le altre. E poi abbiamo Tony, bello come il peccato, che conduce uno stile di vita diametralmente opposto a quello di Heather, ma che sente proprio lo stesso vuoto interiore. Anche lui si sente solo, nonostante non ami darlo a vedere. Mettiamo due opposti che cercano la stessa cosa e troviamo un romanzo delizioso e scoppiettante, che scalderà il cuore divertendo.

Ambientazione: America, Stati Uniti, oggi

Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance DIK ( Desert Isle Keeper )

Livello di sensualità: warm

 

EXTRA PASSION

49  Monica BURNS – Profezia d’amore (Mirage)

Il visconte Blakeney è mezzo beduino e mezzo inglese, ma nel cuore si è sempre sentito lo sceicco Altair Mazir. Vittima di pregiudizi da parte di entrambe le culture, ha imparato molto presto a non fidarsi di nessuno, fino a quando una volitiva ed esuberante archeologa americana non gli infiamma i sensi. Alla ricerca della città perduta di Pi-Ramses, Alexandra Talbot è una donna indipendente e abituata a venire considerata inferiore dagli uomini, tuttavia quel misterioso visconte non è come gli altri. Non mette mai in dubbio le sue abilità ma solo la sua resistenza al piacere peccaminoso del proprio tocco. Potrà un’antica profezia accendere tra loro la passione, sotto il cielo del deserto?

Nota. Un uomo senza un paese…

Mezzo beduino e mezzo inglese, il Visconte Blakeney nel suo cuore è sempre stato lo Sceicco Altair Mazir. Non si è mai fidato di nessuno ed è rimasto sempre al margine di entrambe le culture. Ma una fiera archeologa americana, e il calore che accende nel suo cuore, sta per cambiare tutto questo. E molto altro ancora.
Alexandra Talbot viene sfruttata dagli uomini che mettono in discussione la sua intelligenza semplicemente a causa del suo sesso. Ma il misterioso Visconte non è come gli altri. Lui non ha mai messo in dubbio la sua capacità di trovare la città perduta di Ramesse II, solo la sua resistenza al piacere peccaminoso del suo tocco.
Legati dalla profezia del Faraone, il desiderio avvampa tra di loro sotto le stelle del deserto. Ma un delitto e un tradimento trasformano la loro ricerca in un gioco mortale, spingendo la loro già fragile fiducia al punto di rottura.Ma la loro sopravvivenza dipende proprio dalla fiducia che hanno l’uno nell’altra…

Profezia d’amore è uno delle opere più celebri di Monica Burns, affermata autrice di numerosi romanzi sia storici sia contemporanei.

Ambientazione: Inghilterra + Egitto, 1880 ( epoca vittoriana )

Livello di sensualità: hot

 

 

50 – Laurelin PAIGE – Sei la mia ossessione (Fixed on You)

Stalking, ingiunzioni restrittive e psicologi appartengono ormai al passato di Alayna Withers. Seppur fresca di un master in economia aziendale, la ragazza ha deciso di fare carriera nel nightclub in cui ha cominciato a lavorare per mantenersi agli studi, e non avere per un bel po’ storie importanti con gli uomini. Un piano perfetto se non fosse per Hudson Pierce, il nuovo proprietario del locale. Scaltro, ricco e bellissimo, Hudson è proprio il tipo d’uomo a cui Alayna si è ripromessa di sfuggire, ma lui la vuole nel suo letto e non ne fa mistero. Evitarlo purtroppo non è possibile, data l’irrinunciabile offerta d’affari che le viene fatta. E quando Alayna scoprirà che anche Hudson ha un passato da dimenticare, e molto di cui farsi perdonare, per il cuore sarà ormai troppo tardi…

Nota. Un disturbo ossessivo di personalità ha causato non pochi problemi ad Alayna nel suo passato di ragazza. Dopo anni di terapia le cose sembrano andare meglio e lei ha tutte le intenzioni di continuare a restare lontano dai guai e dagli uomini. Vuole ricostruire la sua vita lontano da psicologi e tribunali, si è laureata in economia aziendale e continua il suo lavoro nel locale notturno in cui aveva iniziato per mantenersi agli studi.
Tutto pare procedere sul binario giusto fino a quando il club non viene acquistato dal miliardario Hudson Pierce: bello, ricco, di successo e ha tutte le donne che desidera.
Ma lui le ha messo gli occhi addosso e la vuole anche se Hudson è esattamente il tipo di uomo da cui Alyana dovrebbe stare lontano.
Quando le offre un sacco di soldi per far finta di essere la sua fidanzata in modo che sua madre la smetta di tormentarlo, la ragazza non se la sente proprio di rifiutare. Ma lo farà solo per aiutarlo, che sia ben chiaro …
Solo che la finzione farà molto presto a tramutarsi in realtà.

Sei la mia ossessione fa parte della serie Fixed, dedicata alla storia d’amore tra Hudson eAlyana.
1.Fixed on you
2.Found in you
2.1 Found in you- First Chapter
3.Forever with you
4.Hudson

Ambientazione: America, Stati Uniti, oggi

Livello di sensualità: burning

 

 

INTROVABILI

01– Julie GARWOOD – Nel castello di Connor ( The Wedding)

Mentre è in viaggio dall’Inghilterra alla Scozia, lady Brenna viene rapita da un gruppo di guerrieri per impedirle di sposare il fidanzato, nemico giurato del loro signore, il focoso Connor MacAlister. E quando Brenna, a sorpresa, decide di rompere il fidanzamento e acconsente a sposare il suo rapitore, nessuno sa che questi è il giovane che dieci anni prima, durante una visita al castello del padre, le aveva conquistato il cuore di bambina con un sorriso. Ora Connor la usa come strumento di vendetta, intenzionato a lasciarla tornare a casa solo quando lei gli avrà dato un erede. Ma Brenna ha altri progetti, e pur trovandosi al centro di una furiosa guerra tra clan, farà di tutto per conquistare l’amore del marito che ama…

Nota. È la classica trama di un matrimonio di convenienza che getta le basi per il vero amore.
1119. Viaggiando dall'Inghilterra alla Scozia per sposare un highlander, Lady Brenna viene catturata da un gruppo di feroci guerrieri e viene obbligata a sposare il loro capo, l’irascibile Connor MacAlister.
Lei non sa che la sua cattura è soltanto il primo atto di vendetta contro il suo fidanzato, nemico giurato di Connor.
Brenna non nutre nessuna illusione sul fatto che suo marito si sia innamorato di lei e il fatto che dopo il frettoloso matrimonio lui le dica che sarà libera di tornarsene a casa una volta che lei gli avrà dato un figlio, non la rassicura per niente.
Ma Brenna non si scorda che questo burbero uomo è lo stesso che quando era bambina durante una visita al castello di suo padre, l’aveva affascinata col suo sorriso abbagliante.
E Brenna vuole rivedere quel sorriso, conquistare l’amore di quel marito che sente di amare e spezzare per sempre quel retaggio di guerre e di vendette fra i loro clan.

Nel castello di Connor è il secondo romanzo della miniserie Lairds’ Fiancées.
1.La dama delle nebbie ( The Bride)
2.Nel castello di Connor ( The Wedding)

Ambientazione: Scozia, 1119

Livello di sensualità: hot

 

02 – Linda HOWARD – Un destino per due (The Touch of Fire)

Annie Parker si è trasferita a Silver Mesa, Arizona, perché sembra essere l’unico posto dove un medico donna sia quantomeno tollerato. La sua vita solitaria si complica quando, una notte d’inverno, Rafe McCay irrompe nel suo studio con una pallottola nel fianco e i cacciatori di taglie alle calcagna. Però quella casa non può essere un rifugio sicuro e Rafe, minacciando la donna con la pistola, la porta via con sé sulle montagne. In un mondo di pericolo e passione, ben presto Annie scoprirà che Rafe non è solo un uomo ferito ma anche un’anima tormentata, capace di risvegliare in lei un desiderio insopprimibile…

Nota. La giovane Annie Parker è l'unico dottore di Silver Mesa, popolosa cittadina sorta da poco nel cuore del selvaggio West.
Tutti sono costretti a rivolgersi per avere assistenza medica e non sempre chi bussa alla sua porta è onesto e affidabile.
Di ritorno dalla visita a un'ammalata, Annie trova ad accoglierla un noto ricercato, Rafe McCay, un ex soldato sudista accusato ingiustamente di omicidio e in fuga da quattro anni.
I cacciatori di taglie lo hanno ferito e lui ha bisogno di aiuto, ma la casa di Annie non è sicura perché i suoi inseguitori lo stanno inseguendo e ormai gli sono addosso. Non ha altra scelta per salvarsi e per proteggere la donna che rifugiarsi sulle montagne, trascinandosi ovviamente dietro la sola persona in grado di guarirlo.
Tra mille insidie e pericoli vivranno un’avventura indimenticabile, una passione bruciante e sensuale che li porterà a trovare la pace e il vero amore.

Un destino per due  è una delle opere più celebri di Linda Howard, affermata autrice di numerosi romanzi sia storici sia contemporanei.
Il romanzo fa parte della serie “Western Ladies”, che comprende:
1. A Lady of the West
2. Angel Creek
3. The Touch of Fire

Ambientazione: Arizona, 1871

Livello di sensualità: hot

Premi e riconoscimenti della critica: Premio Reviewer’s Choice Award di Romantic Times nel 1993 come Miglior Romanzo Storico Sensuale ( Best Sensual Historical Romance )

 

 

ORO SUPER

Oro Super 21 – Mary BALOGH – Segreti d’amore

Indiscreto
La giovane vedova Catherine Winters desidera dimenticare il passato e vivere una vita tranquilla. Per Rex Adams, visconte Rawleigh, rappresenta un diversivo: attratto dalla sua bellezza, la vuole come amante ma lei rifiuta. Tuttavia le attenzioni di quell’uomo, risvegliano in lei sentimenti impossibili da reprimere…

Non ti ho mai dimenticato
Un tempo amanti, Moira Hayes e il conte di Haverford hanno visto il loro amore tramutarsi in livore, dopo che ognuno si è convinto di essere stato tradito dall’altro. Trascorsi otto anni si incontrano di nuovo, e il destino, complice una tempesta invernale, riaccende tra loro una problematica passione…

Un uomo irresistibile
Sophia Armitage ha accettato di aiutare sir Nathaniel Gascoigne a trovare un marito per la cugina Lavinia, sperando segretamente di trovarne uno anche per sé. Gli uomini però non sono attratti da Sophia, e anche per il defunto marito lei era più un’amica che un’amante. Finché, grazie a Nathaniel, accade l’imprevedibile…

Nota. Raccolti in un unico volume i tre romanzi che costituiscono la trilogia “I quattro cavalieri dell’Apocalisse” ( “Four Horsemen of the Apocalypse” ), una delle serie più celebrate e famose di Mary Balogh. QUI  la nostra recensione di "Non ti ho mai dimenticato."

Ambientazione: Inghilterra, 1815 circa (periodo regency)

Premi e riconoscimenti della critica: DIK (Desert Isle Keeper) per INDISCRETO

 

Oggi al cinema

JOHN WICK

Un film che funziona, generando la giusta tensione e non deludendo le aspettative di chi vuole qualcosa di energetico.

Regia di Chad Stahelski. Con Keanu Reeves, Michael Nyqvist, Alfie Allen, Adrianne Palicki, Willem Dafoe. Genere Azione, produzione USA, 2014. Durata 100 minuti circa. Da giovedì 22 gennaio 2015 al cinema

John Wick, ex killer professionista, ha lasciato la mala per sposarsi con Helen, ma dopo pochi anni sua moglie muore di malattia. Al funerale, il suo vecchio collega Marcus gli fa le condoglianze, ma John è sospettoso. Tornato a casa riceve l'ultimo regalo di Helen, un cane che la moglie gli ha lasciato perché abbia subito qualcuno da amare. A una stazione di servizio ha un diverbio con un giovane spregiudicato e invadente, Iosef, che vorrebbe comperare la sua auto, una Mustang d'epoca. Quella notte, Iosef e un amico irrompono a casa di John per fregargli la macchina, malmenandolo e uccidendogli il cane. Quando si riprende dalla pestata, John seppellisce il cane e parte per una vendetta in cui ritroverà a malincuore il vecchio se stesso e i fantasmi del suo passato.

 

 

STILL ALICE

La storia di una deriva che elude qualsiasi forma di patetismo o di esibizionismo, interrogandosi e misurandosi col dolore muto e ingrato dell'Alzheimer.

Regia di Richard Glatzer, Wash Westmoreland. Con Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, Hunter Parrish. Genere Drammatico, produzione USA, 2014. Durata 99 minuti circa. Da giovedì 22 gennaio 2015 al cinema

Alice Howland è una rinomata linguista il cui lavoro è rispettato in tutte le università degli Stati Uniti. Un giorno si accorge che la sua memoria non è più quella di una volta e che poco alla volta inizia a dimenticare le parole. Inquieta, si reca da uno specialista per un controllo. Una rivelazione devastante si abbatte su di lei. Interpretato da una strepitosa Julianne Moore, Still Alice racconta la lotta di una donna per non perdere tutto ciò per cui ha lavorato. Al fianco della Moore, nel ruolo di sua figlia Lydia, la sempre più sorprendente Kristen Stewart. Still Alice è un dramma tutto al femminile nel segno del grande cinema.

 

 

TURNER

Mike Leigh cesella con finezza, di scena in scena, una visione del mestiere artistico.

Regia di Mike Leigh. Con Timothy Spall, Dorothy Atkinson, Marion Bailey, Paul Jesson, Lesley Manville.Genere Biografico, produzione Gran Bretagna, 2014. Durata 149 minuti circa. Da giovedì 29 gennaio 2015 al cinema

J. M. W. Turner, pittore paesaggista, ormai adulto nei primi dell'800 vede morire il padre cui era molto affezionato e rimane a vivere con la donna di servizio che lo aiuta nel lavoro. Amante delle donne mature ma poco incline a stabilire rapporti affettivi stabili o a impegnarsi in relazioni durature, viaggia molto per esporre e per ammirare quello che poi dipingerà.

Calendario

Amazon

 

 

Giveaway

Partecipate al giveaway di Mariangela Camocardi, avete tempo per lasciare un commento fino al 9 novembre, quindi registratevi al sito se ancora non lo avete fatto e buona fortuna!

 

Eventi

        

Un'iniziativa di Kijiji

Commenti recenti

Fanfiction

Dream heroes

Alcuni eroi da sogno...