Accesso utente

Nuovi utenti

  • abbeyhuntley8978946
  • cexwilliam0294540
  • randalholeman14
  • rhys76407213333...
  • delorashedrick769

Twitter

Seguiteci anche su Twitter!

Paper Blog

Wikio

Wikio - Top dei blog - Letteratura

Banner

 

 

Home
Mercoledì, 14 maggio, 2014 - 00:54
Maet

Colleen Hoover, il nuovo astro del New Adult

Intervista a Colleen Hoover originariamente pubblicata sulla Romance Magazine no 15.

Conosciamo meglio una delle più vendute e talentuose autrici di New Adult, un genere in costante ascesa che sta conquistando sempre più seguito anche in Italia.

E’ il fenomeno più consistente e inaspettato dello scorso anno negli USA, l’affermazione del cosiddetto New Adult, uno Young Adult con contenuti più maturi ma comunque legati all’adolescenza e alla prima giovinezza. Nonostante sia stato da molti tacciato di volatilità e di pura operazione commerciale da parte delle case editrici (rinominare un genere già esistente per creare una nuova fetta di mercato) il successo che sta riscuotendo a livello internazionale, anche tra lettori ben oltre la ventina di anni, fa ritenere che ne parleremo ancora a lungo. Inoltre va sottolineato come buona parte dei nomi emergenti di questo panorama siano scrittrici inizialmente autopubblicatesi, che in seguito hanno ottenuto contratti importanti con i grossi gruppi editoriali, una volta che la rete le ha incoronate regine delle vendite. La storia di Colleen Hoover è emblematica in questo senso

1)  Cara Colleen, grazie di essere nostra ospite. Tu sei una delle stelle più brillanti del firmamento New Adult e nello spazio di un paio di anni sei passata da assoluta sconosciuta alla classifica dei bestseller del New York Times. Ti va di raccontarci di questa straordinaria esperienza?

E’ stato veramente, veramente pazzesco! Non avevo mai pensato che la scrittura sarebbe diventata il mio lavoro. Ho scritto Tutto ciò che sappiamo dell’amore (Slammed) come regalo natalizio per  mia madre. Mio figlio di nove anni era in una recita scolastica e quindi io dovetti assistere per un mese a tre ore di prove quotidiane. Avevo da poco scoperto la slam poetry (gare in cui si recitano poesie o composizioni di fronte a un pubblico nda) e mi sarebbe piaciuto leggere un libro che ne parlasse. Bene, non riuscii a trovarne nemmeno mezzo, per cui decisi che sarei stata io a scriverlo! Lo so che sembra folle, ma ho sempre amato scrivere e avendo tutto quel tempo a disposizione pensai: perché no? Una volta iniziato, non potei smettere. Dormivo a malapena e trascorrevo ogni minuto libero a lavorare sul romanzo. Il mio povero marito e i miei poveri figli hanno sopportato che io non cucinassi e non facessi le pulizie per un mese! Dopo qualche ricerca su Google, mi resi conto che potevo pubblicare con molta facilità la mia storia con Kindle, così lo feci visto che era un mezzo semplice e alla portata di chiunque tra i miei amici e conoscenti la volesse leggere. E’ cominciato tutto da lì!

 

2) Come mai hai scelto di dedicarti alla narrativa New o Young Adult? Si è trattato di una scelta spontanea e naturale o ispirata dal mercato. E qual è la tua opinione su questo genere?

Decisamente una scelta spontanea e naturale. Quando ho iniziato a scrivere non ho pensato in quale categoria sarebbe finito il mio libro. Devo dire che sono molto felice che i miei romanzi siano degli Young/New Adult, perché le lettrici sono favolose e danno un supporto enorme a noi autrici. In un certo senso sono state loro a fare marketing per noi e a imporci. E’ stato incredibile conoscere il pubblico e le autrici del mondo Young/New Adult.

 

3) Hai autopubblicato Tutto ciò che sappiamo dell’amore prima che venisse comprato dalla Simon and Schuster. Puoi spiegarci meglio perché hai scelto questa strada anziché quella più tradizionale? Inoltre credi che sia questo il futuro per gli aspiranti scrittori?

Onestamente all’inizio non ho nemmeno considerato la pubblicazione tradizionale. Non pensavo che così tante persone avrebbero amato  Tutto ciò che sappiamo dell’amore e che un giorno un editore l’avrebbe scelto. Sono veramente grata al self-publishing perché senza di esso non avrei mai ottenuto un contratto con un editore tradizionale! L’autopubblicazione è decisamente il futuro per molti nuovi autori e autrici che vogliono esordire. Avere un editore è meraviglioso, ma è un’opportunità che ben pochi riescono ad avere all’inizio della carriera.

 

4) Fino a ora hai pubblicato cinque libri, quanto e in che modo sono cambiati il tuo stile e la maniera in cui affronti una stesura?

Non è cambiato granché in realtà. La differenza principale col mio primo romanzo e che all’epoca non avevo nessuna idea di ciò che stavo facendo. Non sapevo come formattare, non avevo un editor, non avevo un grafico per la copertina. Mi sono occupata io di tutto! Con i libri seguenti avevo una panoramica più precisa di tutto il processo e presumo di essere riuscita a organizzarmi meglio. Intendiamoci: sono la persona più disorganizzata della terra, ma ora affronto la scrittura e la trama con maggiore concentrazione e  attenzione.

 

5) Le coincidenze dell’amore, che  sarà a breve nelle librerie italiane, è una storia toccante  e sensuale che affronta un argomento difficile. Cosa ti ha spinto a scriverlo e come mai ultimamente nei New Adult abbondano le storie incentrate su abusi di vario genere?

E’ difficile rispondere. Nella trama non c’è nulla di legato alla mia esperienza personale, dunque non so dirti da dove sia venuta. Sono stata un’assistente sociale in passato e molti mi hanno chiesto se una delle vicende che avevo seguito nel lavoro mi avesse ispirata, ma non è così. La storia è apparsa nella mia mente e mi ha ossessionata fin quando non l’ho messa su carta. Non so da dove arrivi!

 

6) I due protagonisti di Le coincidenze dell’amore, Sky e Dean, risultano giovani e freschi ma non superficiali e immaturi,  credibili come adolescenti nonostante il loro bagaglio emotivo. Come sei riuscita ad ottenere un simile risultato?

Non è stato semplice, perché in casa mia non ci sono teenager. Desideravo due personaggi maturi, ma entro i canoni della loro età. Il punto focale è stato quello di non perdersi nei dettagli secondari e scrivere, semplicemente. Ho cercato di rendere le loro azioni, i loro pensieri e il loro linguaggio così che gli adolescenti potessero riconoscersi, evitando forzature e passaggi irrealistici. Sapevo che Sky e Dean dovevano essere maturi, considerato ciò con cui si confrontano, ma dovevano comunque rimanere degli adolescenti.

 

7) Chi è veramente Colleen Hoover? Ti definisci: scrittrice, madre, ninja, moglie, realista fino al midollo. Vuoi rivelare qualcos’altro per il nostro pubblico?

Ti svelerò un segreto… non sono davvero una ninja (ma non dirlo a nessuno!). Che posso aggiungere? Sono drogata di Diet Pepsi e Istagram e detesto lo shopping. E con questo il mio ritratto è perfetto!

 

8) Per finire, ci puoi dire su cosa stai lavorando attualmente e quali sono i tuoi progetti futuri?

Al momento sto lavorando su due romanzi che usciranno entrambi nel 2014. Il primo, Maybe Someday, sarà pubblicato a  Marzo, mentre Ugly Love è previsto per l’estate. Per il Ringraziamento invece uscirà una mia novella dal titolo Finding Cinderella, su Daniel e Six da Losing Hope (inedito in Italia e con protagonista Dean di Hopeless).

Grazie Colleen e buon lavoro!

Ancora poco conosciuta in Italia, negli States invece Colleen Hoover è un’autrice famosissima - con legioni di fans-  e i suoi romanzi sono tutti best seller.
Serie Slammed:
1) Le coincidenze dell’amore, Rizzoli (Slammed)
2) Point of Retreat
3) This girl

Serie Hopeless:
1)   Le coincidenze dell’amore, Leggereditore (Hopeless)
2)   Losing Hope
2,5) Finding Cinderella (novella)

 

Maybe Sunday -stand alone

 

Share this
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che vedi qui sopra

Commenti

Ritratto di Bluefly

Stimolata da questa bella

Stimolata da questa bella intervista sono andata a ripescare dalla mia libreria. "Le coincidenze dell'amore" e l'ho cominciato ieri sera. Sono all'inizio e quindi è presto per giudicare, ma per il momento mi sembra molto ben scritto, brillante e pieno di ritmo. Il seguito dovrebbe uscire a giugno.
Anche la Hoover ha iniziato col self-publishing, interessante. Anche la Sorensen, altra autrice nel NA che apprezzo molto. Che davvero questa autopubblicazione sia la risorsa del futuro?

Ritratto di Milly

Che bella intervista Maet,

Che bella intervista Maet, ottima come sempre. Dopo la recensione di Panthy mi sono procurata "Tutto ciò che sappiamo dell’amore" e mi ha emozionato molto, facendomi scoprire questa scrittrice. Spero continui ad essere pubblicata in Italia.

Ritratto di Daisy d

Ho letto da poco Tutto ciò

Ho letto da poco Tutto ciò che sappiamo dell'amore e mi è piaciuto molto. Solitamente non leggo YA ma questo l'ho trovato in biblioteca ed è stata una piacevole scoperta, spero che vengano tradotti presto anche gli altri della serie Slammed. Bella intervista, complimenti!

Ritratto di Marin

Ho letto qualche recensione

Ho letto qualche recensione ma non mi decido a prenderlo in mano.
E' un YA e non mi attirano molto in generale...
Brava Maet per l'intervista!

Intervista molto

Intervista molto interessante, ho sentito parlare di qeusta scrittrice, ma non ho mai letto niente di suo, avevo paura si trattasse di storie di ragazzini e quindi noiose per me. Penso che ordinerò "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" non consoco la slam poetry e vorrei provarla. C'è sempre bisogno di storie che emozionino. Chiara

Coplimenti per l'intervista

Coplimenti per l'intervista Maet! Ho letto Le coincidenze dell'amore e mi ha fatto piangere, non pensavo un'autrice di new adult potesse essere così brava! Io spero che e sue serie vengano continuate i Italia, perché lei merita. Ciao. Anna

Calendario

Amazon

 

 

Giveaway

Partecipate al giveaway di Mariangela Camocardi, avete tempo per lasciare un commento fino al 9 novembre, quindi registratevi al sito se ancora non lo avete fatto e buona fortuna!

 

Eventi

        

Un'iniziativa di Kijiji

Commenti recenti

Fanfiction

Dream heroes

Alcuni eroi da sogno...